Categorie
Esteri

Michael Schumacher. Suicidio in carcere del presunto autore del furto della cartella clinica

Michael Schumacher
Michael Schumacher
Dopo il tragico incidente le notizie di miglioramento delle condizioni di salute di Michael Schumacher rincuorano tutti i suoi fans. Quel tragico incidente sulla neve però avrebbe fatto una vittima. Si sarebbe ucciso in carcere a Ginevra il presunto autore del furto della cartella clinica di Schumi. A comunicarlo ai media è stata la magistratura svizzera con riferimento al periodo in cui il campione è stato ricoverato a Grenoble proprio dopo l’incidente. Fu la polizia francese di Grenoble ad individuare all’inizio di luglio l’indirizzo IP del computer da cui è partita la richiesta di vendita ai media delle informazioni mediche contenute nella cartella clinica rubata. Tale computer fu localizzato in una società di elicotteri in Svizzera nel canton Zurigo incaricata del trasporto proprio di Michael Schumacher da Grenoble a Losanna avvenuto il 16 giugno scorso e per questo lavoro aveva ricevuto le informazioni cliniche per poter organizzare il delicato viaggio del campione, informazioni che qualcuno avrebbe cercato di vendere ai media in cambio di una cifra di circa 50mila euro. Quella persona fu poi rintracciata e incarcerata a Ginevra fino al tragico epilogo di oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.