Categorie
Italia

Vigili Roma. Oggi parte l’inchiesta

Polizia municipale
Polizia municipale

Nel pomeriggio di ieri si è assistito ad un “botta e riposta” a distanza tra la CGIL Lazio e il Sindaco Marino.
La Fp Cgil Lazio giudica “sconcertanti” le dichiarazioni del sindaco di Roma Marino “quando afferma che il malcontento dei vigili della capitale sia dovuto all’atto unilaterale dell’amministrazione che li ha privati di benefit a pioggia”. Marino “che ha avocato a sé la delega politica sul Corpo della Polizia locale non sa neanche che il salario accessorio dei vigili è legato a prestazioni effettivamente” svolte. Senza dialogo, prosegue Fp Cgil, c’è il rischio caos, anche in altri servizi.

Non è tardata la risposta del Campidoglio che in una nota, precisa che “il riferimento alle 44 posizioni risultate palesemente fallaci,non riassume la totalità delle anomalie” e “una eccezionalità difficilmente spiegabile, con 571 agenti assenti per malattia, pari al 75%, a fronte di una media attesa per il periodo tra il 6-7%”.
“Un altro 10% ha fruito della legge 104 e un 8% per donazione di sangue”.Comune e Comando dei vigili”non vogliono screditare il Corpo ma solo fare chiarezza”.

Oggi dovrebbe partire l’inchiesta interna, con gli ispettori del ministero.

Dal canto suo il ministro alla Funzione Pubblica Madia, in una intervista a “La Repubblica” pubblicata ieri mattina ha dichiarato tra l’altro: “E’ capitata una cosa che non doveva succedere e qualcuno dovrà pagarne le conseguenze. Ci vuole un’analisi in tempi rapidissimi sulle responsabilità ma se non finirà con qualche sanzione vuol dire che va cambiata la legge”. La riforma della Pa, aggiunge, premierà le eccellenze e sanzionerà “chi non fa il suo dovere: poche regole chiare per fornire ai cittadini servizi adeguati”.

Intanto l’inchiesta interna della Polizia Locale di Roma prosegue sotto la supervisione del generale Clemente, comandante dei Vigili della Capitale che ieri ha dichiarato a Rai news 24 che sul caso dei vigili assenti a Capodanno “già da ieri abbiamo avviato un accertamento a tappeto”, “c’è una task force deputata ad accertare documentalmente quello che è successo” e assicura “Andremo a fondo in maniera ostinata e precisa”.
“E’ stata un’azione improvvisa e proditoria. Non avevamo avuto nessun tipo di segnale”,ha spiegato. “Credo che i cittadini romani siano disorientati per quel che è successo”:serve “riflettere”

[easy_ad_inject_1]Il sindaco di Roma, Marino, non esclude possibili licenziamenti dei vigili romani dopo che 8 caschi bianchi su 10 sono stati assenti per malattia a Capodanno.
“Non lo escludo.” ha dichiarato l’altro ieri ai microfoni di Rai News24 “Certamente però in questo momento non posso fare un’affermazione di questo tipo perché bisogna con severità, ma non con astio e risentimento, controllare esattamente quello che è accaduto”. “Con una percentuale che si avvicina al 90%, credo sia difficile immaginare che sia casuale. Credo che questo umili il corpo della Polizia locale”.

Sempre il sindaco in un’intervista a Repubblica pubblicata ieri mattina ha detto: “Sono rimasto molto male” perché “in un momento di grave crisi economica e morale”, il Capodanno in piazza “era un evento a cui lavoravamo da tempo. Avevo chiesto a tutti di fare la propria parte” e invece c’è stata“una ritorsione” ha detto il primo cittadino di Roma aggiungendo che i vigili assenteisti “Hanno tradito il Corpo, il Comune e i romani”.
“Verranno prese le sanzioni che la legge consente. Saranno giuste, ma altamente severe”, forse fino al licenziamento, ha aggiunto.

Intanto già ieri il ministro della PA, Marianna Madia ha fatto sapere via twitter che: “Ispettorato ministero Funzione pubblica subito attivato per accertamenti violazioni e sollecito azioni disciplinari”.
Il premier Matteo Renzi sempre con un Tweet fa sapere che “Leggo di 83 vigili su 100 a Roma che non lavorano “per malattia” il 31dic. Ecco perché nel 2015 cambiamo regole pubblico impiego”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.