Categorie
Italia

Torna l’ora legale. Stanotte lancette avanti di un’ora

Da domani un’ora in più di sole e un’ora in meno di restrizioni.

Come ogni anno torna l’ ora legale. Stanotte gli Italiani (e non solo) sposteranno le lancette dell’orologio un’ora in avanti e domani staranno chiusi in casa un’ora in meno.

Non che cambi molto la vita in questo periodo di isolamento nazionale a cui ci hanno posto gli ultimi dpcm per contenere l’emergenza Covid19.

In tempo di coronavirus, tuttavia, la procedura di aggiornamento dell’ora legale non cambia. 

Nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo, alle ore due, le lancette dell’orologio vanno spostate avanti di un’ora e posizionate sul numero tre.

Per convenzione è stato scelto questo orario notturno per operare il cambiamento, ma resta il fatto che chiunque può decidere di spostare le lancette dell’orologio da polso o da casa  quando ritiene opportuno.

Si dormirà un’ora in meno e da domenica farà buio un’ora più tardi. 

Dove si applica l’ora legale

Sebbene il cambio dell’ora solare sia comune in tutta l’Unione Europea l’ora legale non si applica in ogni Paese. 

Non tutti gli altri Paesi del mondo, infatti, hanno deciso di seguire la convenzione dell’ora legale. Alcuni l’hanno adottata in passato ma l’hanno abbandonata, altri addirittura seguono sempre l’ora legale e hanno sospeso l’ora solare.

Negli Stati Uniti, ad esempio, il “daylight saving time” è già partita la seconda domenica di marzo e terminerà la prima domenica di novembre.

I cambiamenti dello stile di vita in tempo di coronavirus

Non si temono profondi cambiamenti dello stile di vita come invece accadrebbe normalmente, con tanto di consigli di psicologi e specialisti del metabolismo e dei “jet lag”. 

Nei tempi belli di una volta senza coronavirus i media consumavano molto inchiostro sullo slittamento di orario.

Ricordiamo con nostalgia gli articoli che scrivevano di alcune persone che hanno provato sensazioni simili a quelle del “jet lag”, come insonnia o stanchezza. 

L’ora in più di sole avrebbe provocato in altre persone perdita di sonno e minor produzione di melatonina.

I dietologi e nutrizionisti consigliavano leggerezza nei pasti e nelle bevande prima di riposarsi come rimedio utile a superare indenni i giorni della modifica dell’ora. 

In tempi di coronavirus, quelli di oggi, purtroppo continueremo a dover restare in casa ed uscire solo per le necessità.

Anche in tempo di ora legale, quando si effettua uno spostamento sarà importante farlo muniti di foglio con autodichiarazione spostamenti in tasca e con lo stress accumulato dalla situazione creata.

Il consiglio per tutti è restare in casa fino a che il contagio non sia finito. Se tutti rispetteranno quanto chiede il governo, tutti potremmo gioire dell’ora di sole in più con lunghe passeggiate all’aperto tornando a gustare il sapore della preziosa libertà.

Il risparmio energetico

Ne gioisce invece la bolletta della luce grazie al risparmio energetico che caratterizza meglio  l’ora solare a quella legale.

L’ora legale durerà fino a domenica 25 ottobre 2020, quando rientrerà in vigore l’ora solare  a meno che non venga abolita.

Forse sarà l’ultima volta per l’ora legale

La proposta per l’abolizione del cambio di orario si è registrata tra il luglio e l’agosto del 2018.

In quel periodo

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.