💶 TNI Italia: “Bene l’innalzamento del tetto dei contanti”

Nicol Grossi, componente del direttivo nazionale di TNI Italia
Condividi

Ora serve esonero per bar, pub, gelaterie, ristoranti e le altre attività di somministrazione dall’obbligo di accettare i pagamenti elettronici per cifre fino a 5 euro e azzeramento commissioni bancarie

Firenze, 28 ottobre 2022 – “Appoggiamo il progetto di legge a prima firma del deputato Alberto Bagnai di alzare il tetto del contante da 2mila a 10mila euro. Il nostro è uno dei pochi paesi dell’Unione europea ad averlo così basso e il limite medio si aggira infatti attorno ai 5.000 euro. In paesi come Germania, Finlandia, Irlanda, Austria, Lussemburgo, Paesi Bassi non è nemmeno previsto un limite al pagamento in contanti. Non è così, a nostro avviso, che si perseguono gli evasori”, afferma Nicol Grossi, del direttivo nazionale di TNI Italia, sindacato che rappresenta le imprese del mondo Horeca.

“E a proposito di contanti – aggiunge Grossi – chiediamo al nuovo esecutivo e ai parlamentari di eliminare l’obbligo per le attività di somministrazione di accettare i pagamenti elettronici per importi fino a 5 euro, come accade, in sintesi, per i tabaccai, che su marche, francobolli, ma anche sigarette, sono stati esonerati dall’obbligo. Inoltre, le commissioni bancarie non dovrebbero essere previste se non per cifre consistenti, sicuramente non sotto i 10 euro. Tutti questi elementi potrebbero ridare ossigeno alle imprese strette nella morsa dei rincari energetici e di un’inflazione reale che viaggia sopra il 10 per cento sui prodotti alimentari”.


Pubblicato

in

da

Italia News è su Google News:
per essere sempre aggiornato clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: