Teatri di Pietra in Campania 2021. Da mercoledì 21 luglio 2021 – S. M. Capua Vetere, Teano e Maddaloni

Dyscolos
Dyscolos

L’Anfiteatro Campano, il Teatro Romano e il Museo Archeologico di Calatia accoglieranno i cinque appuntamenti della seconda settimana della rassegna

Sarà la mitologica storia di un amore mai realizzato a inaugurare la seconda settimana di Teatri di Pietra Campania 2021 nelle aree archeologiche di Santa Maria Capua Vetere, Teano e Maddaloni, promossa e realizzata da CapuAntica Festival e Pentagono Produzioni Associate con Ministero della Cultura, Direzione Generale dei Musei Campani, Regione Campania, il sostegno dei Comuni di S. M. Capua Vetere, Teano e Maddaloni, la collaborazione della Pro Loco di Teano.

Monumenti e paesaggi del territorio, continuamente da scoprire e da condividere, ospiteranno, da mercoledì 21 a domenica 25 luglio, cinque appuntamenti di teatro, teatro musicale e danza.

A inaugurare la seconda settimana di programmazione, mercoledì 21 luglio, a Maddaloni, sarà Daphne da Le Metamorfosi di Ovidio, con Lucia Cinquegrana, Lucrezia Serafini, Luca Piomponi, drammaturgia e coreografia Aurelio Gatti. Il mito di Apollo e Dafne è la storia di un amore mai realizzato, ma anche di un paradosso.

La programmazione proseguirà a Teano, giovedì 22 luglio, con La Tempesta, da Eneide e Virgilio, drammaturgia Sebastiano Tringali, con Lucia Cinquegrana, Valeria Busdraghi, Paola Saribas, Sebastiano Tringali, regia e coreografia Aurelio Gatti. Una “tempesta” di emozioni che coinvolge gli spettatori, trasportandoli simbolicamente su quelle carrette del mare, immersi nel buio, in balia delle onde, dove gli attimi diventano l’eternità.

Venerdì 23 luglio, a S. M. Capua Vetere il palcoscenico sarà per Dyskolos – Lo Scorbuticodi Menandroadattamento e regia Cinzia Maccagnano, con Raffaele Gangale, Dario Garofalo, Cinzia Maccagnano, Luna Marongiu, Cristina Putignano. Protagonista è l’uomo, con i suoi piccoli drammi quotidiani, le sue intolleranze e le sue paure, che lo portano a farsi aggressivo e a chiudersi in se stesso e nella stretta gabbia dei propri interessi.

Sempre a S. M. Capua Vetere, sabato 24 luglio, il debutto di Dante/Enea il viaggio da Dante, Virgilio, Caproni, drammaturgia di Sebastiano Tringali, con Valeria Busdraghi, Carlotta Bruni, Elisa Carta Carosi, Lucia Cinquegrana, Arianna Di Palma, Matteo Gentiluomo, Claudia Morello, Sebastiano Tringali, regia e coreografia Aurelio Gatti. Dante ed Enea diventano emblema della condizione dell’uomo che è, di per sé, una condizione d’esilio che si esprime nella poesia e anche in una certa visione della vita come attesa di qualcos’altro.

Domenica 25 luglio, l’ultimo appuntamento della settimana, a Maddaloni, sarà con Lupus in Fabula da Esopo e Fedro, drammaturgia di Tato Russo, con Chiara Meschini, Luisa Stagni. E’ l’occasione per raccontare vicende esemplari in luoghi esemplari, dove l’attore racconta una vicenda entro uno spazio particolare, teatro o piazza non importa, ed ecco sorgere la fabula.

Nel rispetto delle norme sanitarie vigenti è obbligatoria la prenotazione al numero whatsapp 3519072781, biglietti acquistabili su www.liveticket.it/teatridipietracampania anche con 18app e Carta Docente, info su  www.teatridipietra.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.