Tananai al Pala Live. Tutto pronto per il sesto appuntamento dell’Oversound Fest

Lecce, Giovedì 11 agosto – start ore 21.30 – apertura ingressi ore 19.00

Corre spedito l’Oversound Festival di Lecce, che continua ad ospitare cantautori giovani e veterani, protagonisti del panorama della musica pop italiana.  In occasione del suo tour estivo che lo vede salire sul palco dei principali festival dell’estate tricolore, Tananai porterà live a Lecce, anche il suo nuovo brano, “Pasta”, disponibile su tutte le piattaforme digitali da venerdì 1° luglio. Un brano che di fatto, racchiude l’anima più elettronica dell’artista e, che come la hit “Baby Goddamn”, sono scritti, composti e prodotti interamente dallo stesso cantautore Alberto Cotta Ramusino, classe 1995 di Cologno Monzese, noto con il nome d’arte Tananai.

Il personaggio e la sua musica.

Dopo l’ultimo posto a Sanremo 2022, molti gli avranno predetto il destino di successo, come in passato già accaduto ad altri artisti, divenuti poi icone della musica nazionale. Cinque mesi dopo la profezia sembra avverarsi. Tananai è considerato tra gli astri nascenti del panorama musicale italianoe a dirlo sono i numeri, il tour sold out, il corteggiamento della stampa e il boom su Instagram. La sua “Sesso Occasionale” è disco di platino, con “Baby Goddamn” ne ha conquistato uno doppio, la collaborazione con Fedez e Mara Sattei ne “La Dolce Vita” continua a macinare record e ad avvicinarsi al titolo di tormentone dell’estate 2022.

Una carriera in ascesa e un soprannome dato dal nonno paterno che in dialetto bresciano significa «piccola peste», Alberto Cotta Ramusino, nome d’arte Tananai appunto, nasce a Milano l’8 maggio 1995 ma vive e cresce con la famiglia a Cologno Monzese. Un’infanzia felice nonostante alcuni episodi di bullismo di cui ha parlato a Vanity Fair. «Ero cicciottello e sono capitati insulti e spintoni» , ha raccontato «ma niente di grave non voglio farmi portavoce di un tema che è importante e deve essere trattato seriamente». Dopo due anni di architettura al Politecnico di Milano, decide di trasformare il suo piano B in piano A supportato dai genitori e dalla sorella. Inizia così il suo viaggio nel mondo della musica come producer con il nome di Not for Us e in poco tempo riesce a ritagliarsi un po’ di spazio nella scena indie-elettronica. Nel 2015 partecipa come concorrente a Top DJ, talent show dedicato al mondo del clubbing e del dj-ing di Sky Uno classificandosi terzo e ottenendo così un contratto discografico come produttore e autore. Nel 2017 pubblica il suo album To discover and Forget con il singolo di debutto “Volersi male” ma il successo arriva nel 2020 con la hit “Giugno”, che anticipa l’uscita dell’EP d’esordio intitolato Piccoli boati: il brano supera i due milioni di stream su Spotify facendolo conoscere al grande pubblico. Un anno dopo esce “Baby Goddamn”, singolo che diventa virale e ne incrementa la popolarità, seguito da “Maleducazione” e dal brano “Le madri degli altri”, in collaborazione con Fedez e incluso nell’album Disumano. Con il rapper un sodalizio lavorativo e tante similitudini: «Siamo amici, in comune abbiamo il fatto di non volere mai stare nella comfort zone». Nel 2021 conquista il secondo posto a Sanremo Giovani con il singolo “Esagerata” che gli regala il pass per il Teatro Ariston. Alla 72esima edizione del Festival presenta “Sesso Occasionale”, che nonostante l’ultima posizione conquista il primo posto su Spotify superando i 27 milioni di streaming scalzando la coppia d’oro Mahmood e Blanco e da quel momento il suo nome è praticamente ovunque. “La Dolce Vita” è il passo mainstream verso una nuova fase della sua carriera che ad oggi procede a vele spiegate con la hit “Pasta”.

I biglietti “posto unico” per lo show di sabato sera, sono ancora disponibili su TicketOne.it

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Don`t copy text!