Riforma Senato, Pietro Grasso da New York: “Deve essere approvata”

parlamento

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, interviene sulla Riforma del Senato da New York dove si è recato insieme al Presidente della Camera. Laura Boldrini, per la IV Conferenza Mondiale dei Presidenti del Parlamento in corso all’ONU. “La riforma del Senato deve essere approvata” dichiara Grasso in conferenza stampa e chiede a tutti i partiti… Continua a leggere Riforma Senato, Pietro Grasso da New York: “Deve essere approvata”

Senato, approvato emendamento per contributo 30 milioni al CNAO

parlamento

Roma, 17 dicembre 2014 – La Commissione Bilancio del Senato ha approvato l’emendamento proposto dal Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, per autorizzare un contributo di 30 milioni di euro in favore del CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica, di Pavia. Grazie a questo contributo sarà possibile completare gli interventi infrastrutturali, proseguire la ricerca e accrescere… Continua a leggere Senato, approvato emendamento per contributo 30 milioni al CNAO

Invio di armi in Iraq. Voto favorevole delle commissioni di Camera e Senato.

parlamento

Le Commissioni Esteri e Difesa del Senato e della Camera hanno votato a favore dell’invio di armi ai peshmerga curdi in Iraq. I voti a favore sono stati 27 e 4 contrari al senato mentre alla Camera i voti a favore sono stati 56 e contrari 13. A votare contro sono stati Sinistra e Libertà… Continua a leggere Invio di armi in Iraq. Voto favorevole delle commissioni di Camera e Senato.

Riforme Senato. M5S lascia l’aula. Approvati articoli

parlamento

Sono riprese oggi pomeriggio le attività per approvare la riforma del Senato e il clima, come già accaduto la scorsa settimana, è più che rovente tra maggioranza + Forza Italia e opposizioni, Movimento di Grillo in testa. Il superamento del bicameralismo perfetto è fermento di scontro e il Movimento 5 Stelle lascia l’aula e rifiuta… Continua a leggere Riforme Senato. M5S lascia l’aula. Approvati articoli

Riforme Senato. Grasso: da Lega azioni inaccettabili

parlamento

Continua la maratona per l’approvazione delle riforme ed in particolare di quella del Senato della Repubblica. Togliere il bicameralismo perfetto è l’obiettivo del Governo all’ordine del giorno. Il lavoro è ripreso nell’aula del Senato e il clima tra maggioranza e opposizioni è sempre teso. Da giorni si parla di riformare il Senato e nulla ancora… Continua a leggere Riforme Senato. Grasso: da Lega azioni inaccettabili

Riforma Senato, sì al ddl Boschi. Senatori eletti da consigli regionali

parlamento

Roma, 10 luglio 2014 – La commissione Affari costituzionali in Senato ha approvato l’emendamento dei relatori nella nuova formulazione. Nell’emendamento approvato si prevede che i senatori vengano eletti dai Consigli regionali su base proporzionale. Via libera anche all’intero ddl Boschi, che da lunedì prossimo sarà all’esame dell’Aula. A favore del testo si sono espressi la… Continua a leggere Riforma Senato, sì al ddl Boschi. Senatori eletti da consigli regionali

Scandalo Mose. la Giunta dice sì all’arresto di Galan.

parlamento

La Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera ha votato sì all’arresto di Galan, deputato di Forza Italia ed ex governatore del Veneto, inquisito per la vicenda Mose. Sono stati 16 i voti a favore, tre i contrari. No all’arresto da Forza Italia, Nuovo centro Destra di Alfano e Partito Socialista Italiano. Il presidente… Continua a leggere Scandalo Mose. la Giunta dice sì all’arresto di Galan.

Deputato agli arresti domiciliari continuerà a percepire lo stipendio dalla Camera. Ira del M5S

parlamento

Il parlamentare del PD Francantonio Genovese da maggio agli arresti domiciliari continuerà a percepire lo stipendio dalla Camera dei Deputati (e dunque dai cittadini italiani che le versano in tasse) per la somma di 5.246,54 euro. A questo si sono opposti i parlamentari del Movimento 5 Stelle con una richiesta precisa all’Ufficio di presidenza di… Continua a leggere Deputato agli arresti domiciliari continuerà a percepire lo stipendio dalla Camera. Ira del M5S