Categorie
Italia

Smog a Roma: test su 8 piazze romane dell’asse sud-nord

Ad effettuarli la commissione Ambiente di Aics: la migliore piazza di Porta Catena, la peggiore piazza Vescovio

La migliore piazza di Porta Capena (di fronte al palazzo della FAO), la peggiore piazza Vescovio. Si tratta dei risultati dei monitoraggi per valutare la qualità dell’aria attraverso la presenza di PM10 e PM2,5 condotti in 8 piazze romane dalla commissione Ambiente dell’Associazione Italiana Cultura Sport.

I monitoraggi sono stati condotti ieri 25 febbraio 2020, tra le 10 e le 13. Quindi non in orario di punta ma comunque con strade trafficate nella norma di una grande città come Roma. Inoltre l’attività di monitoraggio è stata caratterizzata dalla presenza di una brezza costante che ha certamente contribuito a migliorare i risultati quanto a concentrazione di polveri sottili.

Le concentrazioni di PM10 e PM2,5 sono state rilevate utilizzando un monitor portatile. Ecco i dati: piazza Guglielmo Marconi (obelisco dell’Eur) PM2,5 7,8 microgrammi/m3 e PM10 12,8 microgrammi/m3; piazzale della Radio PM2,5 10,5 microgrammi/m3 e PM10 18,0 microgrammi/m3; Piramide PM2,5 8,4 microgrammi/m3 e PM10 14,0 microgrammi/m3; piazza di Porta Capena (fronte palazzo FAO) PM2,5 6,7 microgrammi/m3 e PM10 10,0 microgrammi/m3; piazza San Pietro PM2,5 9,5 microgrammi/m3 e PM10 15,9 microgrammi/m3; piazza Mazzini PM2,5 8,6 microgrammi/m3 e PM10 12,6 microgrammi/m3; piazzale Clodio PM2,5 11,4 microgrammi/m3 e PM10 18,0 microgrammi/m3; piazza Vescovio PM2,5 17,2 microgrammi/m3 e PM10 28,1 microgrammi/m3.

L’iniziativa, il “Pm monitoring project” partito a gennaio con un primo monitoraggio all’interno di alcuni parchi romani, punta ad effettuare i test nei luoghi considerati sensibili o d’interesse per i cittadini romani come parchi pubblici, scuole, centri sportivi, piazze spostandosi a bordo di un’auto che non emetta polveri sottili: elettrica, ibrida o a benzina di ultima generazione.

Dunque, “piazza della di Porta Capena ha riportato il valore minimo più basso riscontrato e piazza Vescovio il peggiore ma è necessaria una precisazione – spiega Andrea Nesi, responsabile ambiente di Aics – a parità di traffico, piazza Vescovio è la più piccola tra le piazze monitorate ed chiusa tra palazzi. Dunque anche la brezza che ieri soffiava non riusciva a fluire adeguatamente portando ad una maggiore permanenza di polveri”.

“In ogni caso – aggiunge – per quanto si tratti di un elemento piuttosto scontato, possiamo dire che, in presenza di vento in città, è più salubre praticare sport o semplicemente portare a passeggio i più piccoli. Presto effettueremo nuovi monitoraggi. Misuriamo le polveri sottili senza emettere polveri sottili: in questa occasione abbiamo utilizzato una Toyota Aygo a benzina”.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.