Categorie
Italia

Sindaco di Aversa (Caserta) aggredito. “A me fa strano dover riprendere spesso persone anche adulte”

Alfonso Golia, sindaco di Aversa, popolosa città in provincia di Caserta, è stato aggredito per aver chiesto ad alcuni cittadini in fila all’esterno di una banca di rispettare le distanze di sicurezza di almeno un metro, come previsto dalle misure del Governo e delle Regioni per contenere i contagi da coronavirus Covid19.

L’aggressore è fuggito dopo l’intervento di una guardia giurata.

Tanti i messaggi di solidarietà pervenuti al Sindaco Golia per l’accaduto ed il primo cittadino di Aversa confessa sui social “A me fa strano, ve lo dico sinceramente, dover riprendere spesso persone anche adulte” e raccomanda “Serve senso di responsabilità”.

“Oggi mi avete riempito di messaggi dopo che avete appreso quanto accaduto stamattina. – scrive il primo cittadino su Facebook – Non ne avrei dato nemmeno notizia, ma è uscita sui media e tant’è. Stamattina con la Polizia Locale siamo intervenuti perché ci avevano segnalato un assembramento all’esterno di una banca a Piazza Vittorio Emanuele. Nei momenti in cui provavamo a far rispettare le distanze di sicurezza, i toni di alcuni sono andati sopra le righe. Nulla di più, la situazione è tornata alla normalità.A me fa strano, ve lo dico sinceramente, dover riprendere spesso persone anche adulte. Serve senso di responsabilità. Ne va della salute di tutti. Ma è così difficile da capire? Vi prego di pensare attentamente sulla domanda che vi ho fatto all’inizio e riflettete sui vostri comportamenti quotidiani. Noi continueremo ad usare tolleranza zero.”

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.