Categorie
Notizie locali

Sant’Anastasia (Na) – Uno “Sportello Amico” guiderà i cittadini nel rapporto con la Gori

acqua pubblicaSant’Anastasia, 3 marzo 2015 – Al fine di migliorare il servizio offerto agli utenti del Comune di Sant’Anastasia, stamattina il sindaco Raffaele Abete, il sindaco di San Gennaro Vesuviano, Antonio Russo e l’amministratore delegato di GORI, Claudio Cosentino, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa – ciascun sindaco per il proprio Comune – per l’istituzione di un punto informativo presso la sede del Municipio, denominato “Sportello Amico”.

[easy_ad_inject_1]L’accordo prevede la formazione di personale comunale sull’utilizzo dello Sportello Online, il nuovo canale di comunicazione attivato da GORI, grazie al quale collegandosi all’indirizzo www.goriacqua.com è possibile effettuare tutte le richieste avanzabili presso gli sportelli fisici di GORI, quali la rateizzazione delle bollette, la disdetta dell’utenza, l’invio delle bollette a mezzo e-mail, la rettifica della fatturazione, la comunicazione della lettura del misuratore e tante altre. Da domani, dunque, in orari d’ufficio, presso lo “Sportello Amico” ospitato nell’attuale sede dell’URP di via Garibaldi, i cittadini di Sant’Anastasia potranno ricevere assistenza in merito alla registrazione personale al sito web della GORI ed all’utilizzo di tale strumento di interazione, oltre che ricevere la modulistica utile ad effettuare diverse altre richieste relative al servizio idrico integrato gestito dalla Società.

“Siamo ben lieti di avviare oggi questa collaborazione con l’amministrazione comunale di Sant’Anastasia e di San Gennaro Ves – spiega il presidente di GORI, Amedeo Laboccetta – con l’obiettivo condiviso di migliorare il servizio all’utenza. L’interazione istituzionale è sempre proficua e per tale motivo intendiamo proseguire in quest’attività sinergica, alla ricerca di sempre nuovi ed utili strumenti atti a favorire i cittadini”.

“Questa mattina abbiamo ufficializzato l’avvio dello sportello amico – afferma il sindaco di Sant’Anastasia Raffaele Abete – uno strumento messo a disposizione dalla Gori in accordo con l’Amministrazione, su interessamento del nostro Presidente del Consiglio e mio. Abbiamo firmato l’apposita convenzione ma non è stato questo l’unico punto della discussione di oggi. Si è parlato anche della carenza e degli abbassamenti della pressione idrica, che spesso fa mancare acqua nelle case e specie nei piani e zone alte, nonchè della questione delle condotte che sarà potenziata a breve su tutto il territorio anastasiano con la speranza che porterà i frutti che noi auspichiamo. Si è parlato poi della Casa dell’Acqua che verrà ubicata a Corso Europa e sarà a disposizione dei cittadini con acqua minerale e naturale. Questa di oggi è stata una riunione molto importante e proficua e sarà susseguita da altre al fine di entrare nello specifico della questione”.

“Abbiamo sottoscritto un protocollo d’intesa con Gori finalizzato al miglioramento del rapporto collaborativo con l’Amministrazione e la cittadinanza. L’obiettivo è quello di rendere più snella la fase burocratica ed i rapporti intercorrenti tra i due enti. Un passo importante è la realizzazione di questo punto informatico a favore del cittadino – afferma il sindaco di San Gennaro Vesuviano, Antonio Russo – affinchè si evitino spostamenti e lunghe attese presso gli sportelli della Gori ed il servizio sia reso direttamente presso il Comune di San Gennaro e di Sant’Anastasia. Per quanto riguarda le quote pregresse, oggi apprendiamo che c’è stata una proroga di trenta giorni ed un intendimento di massima anche sulle morosità pregresse cercando di tutelare il più possibile le fasce deboli”.

“Il dialogo costruttivo che stiamo portando avanti con GORI, oltre allo sportello amico – afferma il Presidente del C.C., Mario Gifuni – ci ha dato un altro risultato importante per le famiglie: non ci sarà più il disallaccio da parte di Gori sulle utenze sotto controllo per morosità ma si valuterà caso per caso. Oggi Gori si è impegnata a non disattivare in modo immediato le forniture idriche alle famiglie morose rientranti nelle fasce deboli – sempre che la morosità non sia cospicua – per non far mancare l’acqua nelle loro abitazioni”.

“La gestione delle pratiche attraverso i nostri canali telematici – aggiunge l’amministratore delegato di GORI, Claudio Cosentino – permette al cittadino di evitare di recarsi allo sportello fisico e per tale motivo stiamo continuando ad investire con decisione su tale settore. Stiamo testando, infatti, ulteriori strumenti di comunicazione che consentiranno agli utenti un contatto celere con la nostra società, e contiamo di presentarli già nelle prossime settimane”.
Giuseppe Piscopo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.