ROMA. AL PARCO DA VINCI BEERLANDIA E LE MITICHE HARLEY DAVIDSON SABATO 22 E DOMENICA 23 OTTOBRE

Condividi

Sarà come sentirsi improvvisamente catapultati all’Oktoberfest di Monaco di Baviera. Con il plus di essere circondati da una serie di servizi e offerte commerciali concentrati nella stessa area: quella del Parco Da Vinci che, sabato 22 e domenica 23 ottobre, si tramuterà in Beerlandia, il villaggio della birra tutto italiano.

Nella zona tra Arcaplanet e Terranova, sarà così possibile degustare diverse varietà di birre artigianali, oltre che assaggini di vario tipo tra gli stand allestiti per la due giorni di street food. A fare da cornice a questa atmosfera, il concerto degli “Ukus in Fabuladalle ore 16.30 di sabato 22 ottobre, e le esibizioni country Line Dance della scuola di ballo “Western Spirit”, che si terranno sempre sabato alle ore 18. Uno stile, quello country, che sta prendendo piede anche in Italia e che sarà proposto al pubblico dalla scuola di ballo nel suo genere più grande sul territorio laziale e una delle più grandi nel panorama nazionale, con più di venti corsi di vari livelli e di diverse discipline.

Domenica 23 ottobre dalle ore 12, invece, il Da Vinci aprirà le sue porte ad oltre 200 fantastiche Harley Davidson e nel pomeriggio dalle ore 17.00, al concerto rock del gruppo dei “Jericho”. Un appuntamento da non perdere organizzato in collaborazione con Community & Culture Agency, Roma Chapter, Roma Village Chapter Italy e Forvm Roma Chapter, associazione ufficiale motociclistica dell’Harley-Davidson Store Roma, associata alla Harley Owners Group. Ovvero a un club con un milione di persone iscritte in tutto il mondo, unite dalla medesima passione: fare del sogno Harley uno stile di vita. I raduni e gli eventi, tutti proiettati a creare amicizie, sono il leitmotiv di questa realtà che fa crescere la passione giorno dopo giorno per la fantastica Harley e per la sua storia.

Il Forvm Roma Chapter ha collaborato nel corso di questi anni con numerose attività orientate verso il sociale, oltre che verso il valore di “comunità”. E il Parco Da Vinci, da sempre attento e aperto a coloro che hanno cura del territorio e delle esigenze di tutti, non poteva perdere questa occasione, dimostrando, come sempre, la sua vocazione a non essere “solo” un parco commerciale, tra l’altro tra i più prestigiosi in Italia, ma un punto di ritrovo e socialità.


Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link