Categorie
Italia

Pronto Soccorso del Civico di Palermo. Il Sindacato di Polizia chiede più sicurezza

Dopo l’ennesimo episodio di violenza avvenuto all’interno del Pronto Soccorso dell’Ospedale Civico di Palermo, il sindacato di Polizia chiede l’intervento del Questore.

Nei giorni scorsi una donna di origini brasiliane che era in attesa di essere visitata dopo essere stata soccorsa in strada in stato di ubriachezza ha dato in escandescenza, aggredendo i vigilantes della Metronotte Italia con calci e pugni, mandando in frantumi una porta antipanico ed il vetro che custodisce la pompa antincendio.

All’arrivo delle forze dell’ordine la donna si è scagliata anche contro di loro. “In passato ci siamo uniti al grido di allarme proveniente dal personale medico ed ausiliario, vittime di aggressioni proprio all’interno di uno degli Ospedali pubblici più grandi d’Italia.” Cosi ha esordito Pasquale Guaglianone Segretario Generale Provinciale di Palermo del sindacato di Polizia LeS (Libertà e Sicurezza), che ha poi proseguito: “abbiamo più volte segnalato le nostre perplessità circa l’impiego presso il Posto di Polizia del nosocomio di un solo operatore di Polizia che, come è del tutto evidente, non sarebbe e non è (evidentemente!) numericamente sufficiente per fronteggiare atti di violenza. Già in passato il pronto soccorso di Palermo è stato teatro di numerosi episodi di cronaca ed il fatto che sovente si garantisca la presenza di una sola unità della Polizia di Stato va a discapito della sicurezza dell’operatore e del personale che opera nel presidio ospedaliero.”

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.