20.3 C
salerno
giovedì, 23 Maggio 2019
Home Blog Page 505

Medici specialisti, rimborsi lampo per 2,5 milioni di euro

0

Rimborsi lampo per i medici che hanno frequentato le scuole di specialità tra il 1982 e il 1991 senza ricevere la borsa di studio prevista, cui il Tribunale di Venezia ha riconosciuto 2,5 milioni di euro. La sentenza n. 759/2012 risale all’8 maggio, quindi dopo neanche 5 mesi i camici bianchi potranno ottenere quanto loro dovuto, grazie a una decisione che ha imposto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e ai Ministeri competenti il pagamento immediato.’,’Si tratta di uno dei primi casi in cui una sentenza per tali questioni restituisce in tempi brevissimi una somma così consistente, a conferma non solo che il diritto dei professionisti sanitari che non hanno ricevuto le borse di studio durante le scuole di specialità non è prescritto, ma anche che il periodo di effettiva erogazione si sta facendo sempre più rapido. Di fronte a questa vittoria degli associati Consulcesi, la più grande associazione italiana che difende i diritti dei medici e conta oltre 30 mila affiliati, lo Stato italiano si trova a dover fare i conti con un rischio sempre più vicino, quello di dover restituire somme ingenti in tempi brevi a coloro che hanno diritto alla borsa di studio – si stima si tratti di 120 mila medici circa. L’unica alternativa è scegliere la via della transazione, proposta in Parlamento dal Senatore Stefano De Lillo con il ddl n. 2786 del 16 giugno 2011, per risolvere in modo definitivo la questione difendendo i camici bianchi senza gravare eccessivamente sulle casse dello Stato, in fase di discussione in Commissione Bilancio. Questa soluzione permetterebbe ai medici di ricevere un compenso forfettario di 20 mila euro per ogni anno di corso, in favore esclusivamente di coloro che si sono già rivolti alla legge. Consulcesi, che ha rimborsato, a oggi, con sentenze favorevoli nei tribunali di tutta Italia oltre 207 milioni di euro, offre un servizio di consulenza informativa gratuita sul tema all’800.122.777 e sollecita l’attenzione di tutto il mondo medico in modo che, aderendo a breve a una delle cause in corso, nessuno resti tagliato fuori dal vedersi riconoscere quanto è suo diritto ricevere.
Per informazioni visitare il sito www.consulcesi.it .

La vicenda da cui trae origine la sentenza di Venezia riguarda le norme comunitarie di inizio anni Ottanta, le quali prevedevano che a partire dal 1983 i medici iscritti a un corso di specializzazione dovessero ricevere un’adeguata remunerazione sotto forma di borsa di studio. Lo Stato italiano, invece, in grandissimo ritardo sui termini previsti, ha recepito la direttiva solo dieci anni dopo. La conseguenza è stata l’esclusione dai diritti sanciti di tutti quei medici che hanno frequentato i corsi di specializzazione dal 1982 al 1991, che quindi si sono rivolti ai tribunali di tutta Italia per ottenere quanto loro dovuto.

Diventare ed essere genitori: la biobanca InScientiaFides al Meeting 2012

0

Rimini, 17 agosto 2012 – Comunicare, informare, confrontarsi sull’essere genitori e sul compiere scelte importanti come conservare le cellule staminali da cordone ombelicale dei propri figli. E’ per svolgere queste attività che la biobanca InScientiaFides sarà per la seconda volta al Meeting (33ᵃ edizione, Rimini Fiera, dal 19 al 25 agosto 2012) affinché, anche in questo rinomato contesto deputato alla discussione e all’analisi dei fenomeni sociali e culturali contemporanei, possa svolgere la sua attività di divulgazione e approfondimento di tematiche riguardanti la famiglia, la salute e l’informazione scientifica.

All’interno del padiglione C2 InScientiaFides promuoverà una serie di incontri pubblici sulla genitorialità dal titolo”Così lontani, così vicini”, che si terranno alle 16.00 nei pomeriggi da martedì 21 a venerdì 24 agosto 2012. Gli incontri saranno gestiti da esperti che interverranno su argomenti quali l’allattamento, il pianto dei bambini, l’importanza del contatto con i bimbi, l’essere e il divenire genitori e, naturalmente, su cosa siano le cellule staminali, la loro applicazione. Verranno raccontate anche storie di chi ha scelto di conservare le cellule staminali cordonali dei propri figli al momento del parto ed ha avuto la necessità di utilizzarle. Testimonianze rappresentate da Ofelia Bartolucci. Inoltre sarà presentata ‘Stamina’, il personaggio protagonista di un cartoon attraverso il quale InScientiaFides vuole rendere ancora più chiara la comprensione e l’informazione sulla conservazione delle cellule staminali contenute nel sangue del cordone ombelicale. I disegni del cartone animato sono di Enrico Alensì e Luana Piroli, direttore Generale di InScientiaFides, mentre l’animazione video è stata curata da Achtoons. Durante il Meeting, nello stand di ISF nel padiglione C2, il dvd di ‘Stamina’ sarà distribuito gratuitamente.

Compagnie aeree low cost troppo low? In Spagna avviata indagine su atterraggi di emergenza Ryanair

0

Dalla Spagna rimbalza una notizia inquietante che coinvolgerebbe una delle compagnie aeree low cost più note. Nel mese di luglio scorso tre diversi aerei dell’irlandese Ryanair avrebbero dovuto effettuare atterraggi d’emergenza negli aeroporti spagnoli per”mancanza di carburante”. Per tali ragioni, le autorità aeronautiche iberiche avrebbero avviato un’indagine anche se la compagnia ha smentito categoricamente che i suoi velivoli non operassero con i livelli necessari di kerosene.’,’L’associazione dei consumatori spagnola CEACCU, martedì scorso avrebbe quindi presentato una denuncia contro Ryanair chiedendo che la società venisse multata e che la licenza sospesa per tre anni ritenendo che la politica aziendale sostenuta da Ryanair di carburante a basso costo provocherebbe “un grave pericolo per la sicurezza dei passeggeri”. La denuncia dell’associazione sarebbe stata fomentata da alcune notizie
apparse sulla stampa, secondo cui le regole di bilancio della società irlandese stabilirebbero la quantità di carburante che deve caricare il velivolo e imporrebbero ai piloti di portare un minimo di rifornimento, giustificando per iscritto l’eventuale eccesso. Per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, pur non volendo entrare nel merito delle presunte notizie apparse sulla stampa in merito alle scelte delle compagnia, chiede comunque all’Enav di effettuare le verifiche del caso onde eliminare ogni dubbio possibile sulla correttezza delle procedure effettuate sui rifornimenti di carburante da parte di tutte le compagnie aeree low cost che volano sul territorio nazionale. è, infatti, ancora forte il ricordo del volo Tunis Air Bari – Djerba, caduto al largo di Palermo proprio per problemi legati al carburante per il quale il 07 agosto scorso è appena passato il settimo anno dalla tragedia che registrò la morte di 16 persone ed il ferimento di 23.

Video-denuncia WWF: la strage degli elefanti

0

In occasione della Giornata mondiale degli elefanti, domenica prossima 12 agosto, e a sei mesi dalla strage di centinaia di esemplari avvenuta nel Parco Nazionale del Camerun, il WWF lancia la video denuncia con le sconvolgenti immagini del massacro. Immagini crude, per far si che questa data non si trasformi presto in una celebrazione per una specie estinta, se il bracconaggio e il commercio illegale d’avorio e di fauna selvatica non verranno fermati.’,’Tra gennaio e marzo di quest’anno, bracconieri armati hanno invaso il Camerun e ucciso più di 300 elefanti all’interno del Bouba N’Djida National Park. A seguito dell’attenzione scaturita dalla strage sui dei media di tutto il mondo, il Camerun si è mosso per rafforzare la sicurezza nelle aree protette, compreso lo stanziamento di 60 nuove guardie nel Parco di Bouba N’Djida per garantire e monitorare la restante fauna selvatica del parco. Proprio recentemente due ranger, che stavano inseguendo un bracconiere vicino al
Parco, sono stati feriti da alcuni colpi di arma da fuoco. Il governo del Camerun ha messo a punto un piano per reclutare 2500 nuovi rangers nei prossimi cinque anni. Il paese dell’Africa centrale intende inoltre istituire un nuovo parco nazionale, a seguito dell’approvazione da parte del primo ministro, di un piano di emergenza per mettere in sicurezza tutte le aree protette di frontiera. Il Ministro per le Foreste e la Fauna, Ngole Philip Ngwese, durante una recente visita al programma di formazione militare dei nuovi rangers ha incitato le reclute “Il Ministero conta su di voi per affrontare le sfide sul campo, come in particolare il massacro di elefanti nel Parco di Bouba N’Djida. Non vediamo l’ora di vedervi in azione per mettere in atto il percorso che noi tutti condividiamo. Dovete capire che state lavorando per la nazione e per proteggere la nostra biodiversità, che è una delle ricchezze del Camerun “. Nonostante questi sforzi, la caccia di frodo degli elefanti in
Africa ha raggiunto livelli record negli ultimi anni, e gli elefanti di foresta dell’Africa centrale sono stati i più colpiti. Decine di migliaia di esemplari vengono barbaramente uccisi ogni anno per l’avorio delle loro zanne, che vengono per lo più trafficate nei mercati asiatici. “Oggi le tecniche usate dai bracconieri e la criminalità organizzata legata ed essi, sono sempre più sofisticate. Stanno invadendo i paesi africani, causando non solo la strage della fauna selvatica, ma anche l’uccisione dei ranger, terrorizzando così le comunità locali – dichiara Isabella Pratesi, Direttore delle Politiche di Conservazione Internazionale del WWF Italia – Il Camerun ha fatto la cosa giusta assegnando risorse aggiuntive per questo grave problema di sicurezza nazionale. Anche altri paesi dell’Africa centrale dovrebbero seguire l’esempio di questo paese e agire subito per fermare le bande criminali prima che colpiscano con maggiore forza portando alla definitiva estinzione degli elefanti di foresta”.
“Uccisioni di elefanti su così larga scala come quello visto nel Parco di Bouba N’Djida possono accadere quasi ovunque regione nei paesi del centro Africa. Recentemente è arrivata la segnalazioni di altri 30 elefanti massacrati in una sola notte in Ciad – afferma Massimiliano Rocco Responsabile del Programma Specie del WWF Italia – La sola conservazione della specie non è l’unico problema per le istituzioni ambientali. A causa del bracconaggio e del traffico illegale, la vita delle persone e posti di lavoro sono a rischio. Ogni volta che viene ucciso un elefante il paese perde valore economico. Il WWF chiede ai governi dell’Africa Centrale di porre fine al bracconaggio e al commercio illegale di avorio e ai crimini contro la fauna selvatica. Mentre in tutti i Paesi vanno intensificate le attività investigative per contrastare ogni possibile forma di commercio di avorio illegale, un mercato che i sequestri dimostrano essere presente anche in Italia. Il momento per agire è adesso.” Proprio per porre la massima attenzione sui massacri compiuti nel continente africano, all’inizio di quest’anno il WWF ha lanciato la campagna”Green Heart of Africa”, per i territori del Bacino del Congo che abbracciano 6 paesi del Centro Africa. Le foreste di quest’area rappresentano il secondo serbatoio di assorbimento del carbonio del mondo per importanza, svolgendo le funzioni di”polmone” del clima mondiale e di regolatore del clima della regione. Il taglio illegale e non sostenibile, la costruzione di strade e dighe e le attività minerarie stanno decimando le foreste. Nondimeno, è la caccia alle specie selvatiche – come i gorilla e gli elefanti di foresta – il pericolo più insidioso, in quanto le foreste stanno subendo un progressivo depauperamento della fauna selvatica. Questa combinazione letale di distruzione dell’habitat forestale e bracconaggio sta distruggendo il cuore verde dell’Africa. Nelle scorse settimane il WWF ha dato le”pagelle” a 23 paesi africani e asiatici che oggi si trovano ad affrontare i massimi livelli di bracconaggio e traffico illegale di avorio, corno di rinoceronte e parti di tigre.

E in risposta ai crescenti livelli di criminalità nei confronti della fauna selvatica, WWF e TRAFFIC, rete di monitoraggio per il traffico illegale, lanceranno una nuova campagna globale per fermare il commercio illegale di avorio, corno di rinoceronte e parti di tigre.

Musica, maxi-concerto di Andrea Bocelli a Portofino

0

Portofino – In tempi di spending review, poter offrire a costo zero l’immagine della Liguria con la piazzetta di Portofino alla televisione pubblica americana Pbs con un evento musicale destinato , attraverso la rete e i video, a un pubblico planetario,”credo si possa considerare una bella grande opportunità per la promozione della Liguria”. Così, Angelo Berlangieri, assessore regionale al Turismo, commenta il maxi-concerto di Andrea Bocelli che verrà registrato sabato e domenica prossimi a Portofino.’,’In mattinata, Berlangieri ha telefonato al sindaco del borgo Giorgio D’Alia per fare il punto sull’evento organizzato dalla Sugar e dal comune di Portofino che trasformerà il borgo in un set
cinematografico con un teatro con 400 posti a sedere tutti rigorosamente a invito. Pur riconoscendo come uno spettacolo di queste proporzioni comporti cerrtamente anche qualche problema logistici e di accesso al borgo, “penso che fra costi e benefici il saldo, alla fine sia positivo per Portofino e tutta la nostra regione, che con questo grande evento sicuramente bisserà il successo della precedente produzione del concerto di Andrea Bocelli, a Central Park, a New York”.

Pharmaceutical Care: una risorsa per la riforma della Sanità  del Lazio

0

Puntare con forza sulla sanità di prossimità e sulla collaborazione interprofessionale tra farmacisti, medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, com l’obiettivo di cambiare il rapporto tra paziente e SSN e ‘prendere in carico’ il paziente cronico. E’ la proposta che Federfarma Lazio lancia alla Regione nel corso del convegno “Pharmacetical care: una risorsa per la riforma della sanità del Lazio”, organizzato al Sanit dal sindacato dei farmacisti.
“Voglio dire in primo luogo al presidente Zingaretti, con il quale già abbiamo avuto modo di scambiare qualche prima e positiva considerazione al riguardo – ha spiegato il presidente di Federfarma Lazio, Franco Caprino – che vogliamo essere in prima fila, insieme all’autorità sanitaria regionale, ai MMG e agli altri presidi di territorio, per contribuire a quella riorganizzazione della sanità regionale che lo stesso presidente della Regione ha posto in cima agli obiettivi del suo mandato”.
La strada da seguire, secondo Federfarma, è quella di una farmacia di comunità che non dispensa solo il farmaco e singoli servizi al cittadino, ma che prende in carico il paziente cronico in concertazione con il medico curante e che fa rete con gli attori della filiera. “Abbiamo da tempo instaurato un proficuo rapporto di collaborazione con la Regione dando vita al programma Webcare sui presidi per i pazienti diabetici che ha prodotto ottimi risultati, ma ora è tempo di andare oltre”, ha proseguito Caprino, citando come esempio virtuoso il progetto “Diabete e farmacia” in Piemonte. D’altronde, “nella nostra Regione, migliorando l’adesione ai trattamenti delle persone a rischio, si sarebbero potuti risparmiare 320 milioni di euro nel solo 2008, che sarebbero stati 340 nel 2010 e che (a prezzi costanti) potrebbero salire addirittura a 450 milioni nel 2040”. Per questo Caprino annuncia di essere “fin da subito disposto a sottoporre alla Regione una proposta di progetto che si inserisca funzionalmente nella cornice delle nuove strategie necessarie per implementare la sanità di territorio e migliorare l’assistenza delle cronicità, che sono il vero nodo di sistema”.

Previsioni meteo Italia martedì 12 giugno 2012: piogge e temporali su nord e centro, soleggiato al sud

0

Previsioni meteo e tempo sull’Italia per domani martedì 12 giugno 2012. Ancora una situazione caratterizzata da estrema variabilità del tempo sulle regioni settentrionali, in parte anche su quelle centrali, mentre al sud la situazione resta stazionaria con bel tempo e clima decisamente caldo. Ma vediamo nel dettaglio come sarà il tempo domani, martedì. In mattinata, al centro nord si prevedono condizioni di maltempo in gran parte delle regioni, anche con fenomeni intensi soprattutto su alto Piemonte, Lombardia, le Venezie e sulle Alpi orientali, con temporali talvolta accompagnati anche da grandine; piogge anche sul levante ligure, sulla Toscana, Emilia Romagna, Umbria e sulle Marche.’,’Nel corso del pomeriggio inizierà una fase di miglioramento a partire dal settore di nord ovest, sull’Emilia e anche in Toscana; continueranno invece le piogge nelle altre zone. In serata il tempo migliorerà ulteriormente, le uniche precipitazioni si prevedono a ridosso del settore alpino e sul Friuli Venezia Giulia, altrove prevarranno le schiarite. Sulle regioni centro meridionali e sulle isole maggiori, al mattino, avremo una situazione buona su Sicilia, Calabria, Campania, Puglia e Basilicata; si prevedono nuvole invece sul settore centro-settentrionale della Sardegna, con piogge di debole intensità, piogge più intense si prevedono su Lazio e Molise. Nel corso della giornata cesseranno i fenomeni sulla Sardegna e tenderanno a diminuire anche le piogge su Lazio e Molise, mentre tenderà ad aumentare la nuvolosità sul nord della Campania. In serata avremo ampie schiarite, ma persisteranno nubi più compatte sul nord della Campania; prevalenza di cielo sereno sul resto del meridione. Per quanto riguarda le temperature, le massime sono previste in rialzo sulle regioni meridionali con punte anche oltre i 30 gradi, in Sicilia si toccheranno i 33 gradi, mentre su tutto il resto del paese si prevedono in leggero calo. Ancora più in dettaglio si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lombardia, Triveneto, settori settentrionali ed orientali del Piemonte, Liguria di Levante ed alta Toscana, sui settori prealpini lombardi e sui settori alpini e prealpini di Veneto e Friuli Venezia Giulia, su Toscana orientale, Appennino emiliano-romagnolo, Umbria, Marche e Lazio nord- orientale; precipitazioni da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o breve temporale, sui restanti settori di Emilia Romagna, Toscana e Lazio e su Abruzzo e Sardegna, con quantitativi cumulati deboli.

Scossa di terremoto in Emilia-Romagna a Sant’Agostino, Ferrara magnitudo 2.7 alle 10:27 del 10 giugno 2012

0

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 della scala Richter è stata registrata dai sismografi dell’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) in Emilia-Romagna in provincia di Ferrara nel distretto sismico Pianura Padana Emiliana. Il sisma si è verificato questa mattina 10/06/2012 alle 10:27:56 ad una profondità di 10.2 km. L’epicentro è stato individuato alle coordinate 44.79N, 11.412E nel territorio di SANT’AGOSTINO (FE) a meno di dieci chilometri dai comuni di GALLIERA (BO), SAN PIETRO IN CASALE (BO), MIRABELLO (FE) e POGGIO RENATICO (FE).’,’Il sisma si sarebbe sentito anche nei comuni di FELONICA (MN), FICAROLO (RO), GAIBA (RO), SALARA (RO), FINALE EMILIA (MO), ARGELATO (BO), BARICELLA (BO), BENTIVOGLIO (BO), CASTELLO D’ARGILE (BO), MALALBERGO (BO), MINERBIO (BO), PIEVE DI CENTO (BO), SAN GIORGIO DI PIANO (BO), BONDENO (FE), CENTO (FE) e VIGARANO MAINARDA (FE).

E voi l’avete sentita? Graditi i vostri commenti e testimonianze che pubbicheremo nel box sotto.

Previsioni meteo Italia martedì 5 giugno 2012: torna il bel tempo su tutto il paese

0

Previsioni meteo e tempo sull’Italia per domani martedì 5 giugno 2012. L’intensa perturbazione che ha investito l’Italia, si allontanerà già nelle prime ore di martedì, lasciando il posto ad un rinforzo dell’alta pressione che porterà bel tempo, sole e caldo soprattutto al centro sud mentre al nord il passaggio innocuo di un po’ di nuvolosità causerà qualche temporale solo sulle zone alpine. Ma vediamo nel dettaglio come sarà il tempo domani, martedì. A nord ovest torna il sole su tutte le regioni, con pochissime nuvole di passaggio e temperature massime in deciso rialzo, con picchi di 27-29 gradi.

Anche a nord est si prevede bel tempo, così come in Emilia Romagna; qualche nube al mattino potrà interessare le zone adriatiche mentre nel pomeriggio si prevedono un po’ di nubi sulle Alpi orientali; le temperature massime sono previste in sensibile rialzo e oscilleranno tra i 24 e i 29 gradi. Sulle regioni centrali, al mattino avremo ancora della nuvolosità, specie sulle zone interne; rischio di qualche debole pioggia isolata sulle Marche; nel pomeriggio si prevede tempo in ulteriore miglioramento e temperature massime in aumento, comprese tra 25 e 27 gradi.

Al sud, in mattinata, ancora qualche pioggia potrà interessare la Puglia meridionale, nubi anche sul versante tirrenico; nel corso del pomeriggio tempo in miglioramento con ancora delle nubi tra la Basilicata e la Puglia meridionale; si segnalano venti moderati di Maestrale sul Tirreno; al sud si prevedono temperature massime in lieve calo proprio per effetto del Maestrale. sulle due isole maggiori avremo bel tempo per tutta la giornata sia in Sardegna che in sicilia, con venti però localmente anche forti di Maestrale; le temperature massime rimarranno nella norma stagionale, comprese tra 25 e 29 gradi.

Previsioni meteo Italia sabato 2 giugno 2012: piogge sul nord est, bello e soleggiato altrove

0

Previsioni meteo e tempo sull’Italia per domani sabato 2 giugno 2012. Migliora il tempo su tutto il paese e ci prepariamo ad un fine settimana tutto sommato soleggiato e che domenica ci regalerà temperature praticamente estive con picchi oltre i trenta gradi. Nel dettaglio domani si prevede prevalenza di cieli sereni al sud e sulle due isole maggiori, ma avremo bel tempo soleggiato anche al centro e in Emilia Romagna, qui potremo avere qualche nuvola in più nel corso del pomeriggio.’,’Sui settori settentrionali prevarranno le nuvole, ma si verificheranno pochi rovesci confinati comunque a ridosso delle Alpi, Lombardia e in Friuli Venezia Giulia.

Isolati piovaschi saranno possibili anche sulla parte centro-occidentale della Liguria. Per quanto riguarda le temperature massime, oscilleranno tra 24 e 29 gradi su tutto il paese. I venti si prevedono in leggero rinforzo da sud. Vi anticipiamo che si prevede una bella giornata soleggiata anche per domenica, anche se dalla serata avremo nubi in aumento a partire da ovest, con piogge in arrivo lunedì prossimo.