Categorie
Economia

Materie prime: come investire su oro e altri metalli preziosi

Per quanto riguarda il mercato delle materie prime il mese di aprile che sta per concludersi risulta essere un mese piuttosto altalenante e discordante, per via di una riduzione dei rischi, rispetto a quanto auspicato a inizio mese. Per il momento vige un gap ribassista, in particolare nel settore dell’oro e dei metalli pregiati. Influisce ovviamente lo scenario geo-politico, dove lo spauracchio Le Pen, in Francia, era stato visto con estremo riguardo e preoccupazione da parte di esperti analisti politici, investitori e tutto quello che ruota attorno all’alta finanza.

Ora che il pericolo e questo allarmismo sono prontamente rientrati, le borse stanno volando, specie per quanto riguarda l’Europa e questo per le materie prime, vuol dire una significativa rettifica e revisioni verso un nuovo trend ribassista. Un mese che quindi sotto un profilo analitico, denota almeno 2-3 momenti significativi, con dati prima in ascesa, poi sempre stabili in fase rialzista, e ora nuovamente in trend ribassista. Che cosa pensare quindi di questo avvio 2017, per il campo delle materie prime? L’oro sicuramente ha avuto il suo momento più significativo, dopo la conclusione del 2016 che aveva segnato una nuova fase ribassista. Su questo bisogna anche dire che il mercato del petrolio è tornato in attivo, e che la primavera 2017 potrebbe ancora confermarsi un momento topico e molto valido per tutto il settore delle materie prime. Ricordiamo che sia l’oro che l’argento, così come il rame era stato deprezzato, durante il corso del 2016. Oggi assistiamo a mercati sempre molto incerti, e sappiamo bene che quando sul fronte asiatico si verifica un forte cross, è il momento per puntare tutto sulle materie prime e per tornare a investire in oro. Non bisogna quindi lasciarsi sfuggire questo tipo di opportunità. Tenete sempre aperto un canale privilegiato sulle borse asiatiche e seguite da vicino tutte le news che trattano come argomento le importazioni di metalli pregiati in chiave Pechino-Cina. Da questo spunto potrete sempre cogliere buone opportunità di ricavi con le materie prime, oro in testa. Quando il mercato diventa caldo, è il momento giusto per investire in questo settore. Si tratta di un momento molto delicato in cui permane un trend principalmente conservatore, e quindi oro e argento potrebbero tornare in attivo e dare un colpo significativo agli indici Usa, S&P 500, su tutti.

Ricordiamo infatti che se si parla di materie prime, è normale pensare all’indice dello S&P 500, e a quelle che sono state le sue performance nel corso degli ultimi sei mesi. Per quanto riguarda il New York Mercantile Exchange (NYMEX) possiamo dire che negli ultimi giorni il prezzo del petrolio ha messo in pausa il rialzo nella sessione di martedì, ma il mercato continua ad essere ottimista sulle prospettive per il greggio nel 2017. Nonostante questa fase molto euro-centrica, bisogna ricordare che Trump, il presidente degli Stati Uniti, ha già più volte sostenuto che il settore delle materie prime deve tornare a produrre risultati utili come negli anni passati. Questo potrebbe essere un segnale molto valido e significativo per gli investimenti in questo tipo di settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.