Categorie
Esteri

Marò. Ancora un rinvio del tribunale indiano

I marò italiani  Salvatore Girone e Massimiliano Latorre.
I marò italiani Salvatore Girone e Massimiliano Latorre.

L’Italia si stringe attorno ai Marò per una sentenza che sembra mai arrivare. Da oltre un anno i soldati italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone accusati dell’omicidio di due pescatori del Kerala, nel febbraio 2012, si trovano in India in attesa di una giustizia e di una verità che sembra impantanata nelle lentezze della giustizia indiana. La Corte Suprema di New Dehli ha rinviato al prossimo 10 febbraio l’udienza per l’esame del ricorso italiano con la presenza anche fisica di alti esponenti della diplomazia del nostro Paese come l’inviato del governo Staffan de Mistura e l’ambasciatore d’Italia Daniele Mancini i quali insistono sulla necessità che i Marò possano rientrare in Italia.

Il motivo del rinvio sembra collegato a problemi di formalizzazione della accusa ai due Marò e il giudice chiaramente ha indicato al pubblico ministero che non è disposto ad andare oltre il rinvio concesso. Dopo due anni dai fatti non esisterebbe ancora un vero e proprio capo d’accusa in capo ai due fucilieri italiani. Si auspica che nella prossima udienza i giudici possano esprimersi positivamente sui ricorsi italiani e concedere ai nostri Marò la possibilità di tornare dalle proprie famiglie.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.