Categorie
Notizie locali

Mariglianella (NA): Il manifesto dell’Amministrazione Comunale per la Giornata della Memoria

Mariglianella: Cerimonia per l’80esimo Anniversario di Fondazione delle “Suore Domenicane S. M. dell’Arco” con l’augurio dell’Amministrazione Comunale.

A Mariglianella, presso la Casa «Santa Maria della Sanità» , la cui responsabile è Suor Ursula Roldan Tejada, nei trascorsi giorni di sabato 18 febbraio con la “Veglia di preghiera vocazionale” e domenica 19 febbraio con la “Solenne Celebrazione Eucaristica Giubilare” è stato ricordato l’Ottantesimo Anniversario di fondazione delle “Suore Domenicane Santa Maria dell’Arco”, dopo il solenne triduo di apertura del Giubileo avvenuto ad inizio febbraio nella Casa Generalizia «Santa Caterina da Siena» a Sant’Anastasia.

Il Sindaco, Felice Di Maiolo e l’Assessore allo Sport e Spettacolo, Felice Porcaro, hanno partecipato sabato pomeriggio all’incontro rievocativo condotto dal Cappellano della Congregazione, Padre Vincenzo Rosario Maria Avvinti O. P. Durante la cerimonia ci sono stati momenti di presentazione della storia e delle attività delle Suore Domenicane, di testimonianze di chiamata vocazionale e vita consacrata, come quella della peruviana Suor Hilda Canales. Coro, canti, balli e rappresentazione teatrale sono stati prodotti da giovani anastasiani della Parrocchia San Francesco d’Assisi ai Romani.

Suor Rosaria Esposito, originaria di Mariglianella, Superiora a Sant’Anastasia, ha parlato della spiritualità e dell’organizzazione delle attività della Suore Domenicane di Madonna dell’Arco.

Questa realtà religiosa svolge apostolato, animazione liturgica, catechesi, insegnamento e gestione di scuole materne, scuole elementari e scuole medie, a Sant’Anastasia, Mariglianella e Milazzo in Italia ed all’estero in Perù, a Lima, Arequipa, Aplao e Camanà.

Fra i fedeli presenti alla celebrazione di Mariglianella vi erano i rappresentanti dei Fujenti di Lausdomini, seconda sezione con la presidenza Faicchia, e quelli di Mariglianella diretta da Carlo Capasso, con il delegato Antonio Bellopede.

Padre Vincenzo Avvinti con la sua coinvolgente predicazione ha condotto il pensiero dei fedeli a prendere coscienza «del cambiamento della Comunicazione e dell’Evangelizzazione. Il modo di dire “Eccomi!” al Signore cambia in base al tempo che muta ma la nostra vita diventa più significativa in un mondo che vacilla nei valori e il nostro “Eccomi!” lo possiamo dire in qualsiasi forma mantenendo il legame con Lui». Don Ginetto, Parroco dell’Insignita Chiesa S. Giovanni Evangelista, ha ringraziato per la vicinanza e il sostegno le Suore Domenicane e sottolineato il condiviso speciale momento di “comunione, memoria, incontro e contributo alla vita”.

Il Sindaco Felice Di Maiolo ha espresso l’augurio alla Congregazione delle Suore Domenicane di Santa Maria dell’Arco, alla Casa Generalizia e a quella di Mariglianella “qui presso la Madonna della Sanità dove anche io da bambino ho iniziato il mio positivo percorso formativo di cui sono orgoglioso. Nella mia qualità di Primo Cittadino, in fascia tricolore, sono di fronte a queste attività per le quali occorre togliersi il cappello per rendere il massimo omaggio, voglio esprimere il comunitario senso di riconoscenza e gratitudine alle Suore Domenicane per la missione religiosa, educativa e caritatevole rivolta a grandi e piccini. Esprimo a nome mio, dell’Amministrazione Comunale e di tutta Mariglianella, l’augurio per l’anniversario e l’incoraggiamento a proseguire nel Terzo Millennio il prezioso servizio i cui frutti sono irradiati nel nostro territorio, in Italia ed anche all’estero. La Madonna accompagni voi e noi nella nostra vita quotidiana”.

L’incontro a Mariglianella, con il ringraziamento di Suor Ursula Roldan Tejada e la contentezza generale, è stato chiuso con la distribuzione della pubblicazione «Lo splendore del carisma femminile domenicano nella storia della Congregazione di Madonna dell’Arco».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.