Categorie
Agroalimentare

Luigi Di Maio: Inaccettabile bollo “virus free” su made in Italy

“L’italia merita rispetto e massimo sostegno”.

E’ la posizione espressa dal ministro degli esteri Luigi Di Maio ai colleghi riuniti nel Consiglio straordinario europeo. “Inaccettabile che venga chiesto un bollo virus free sui prodotti italiani” ha ribadito al termine del Consiglio.

Il bollino “virus free” era stato chiesto dalla Grecia per il commercio estero di prodotti agroalimentari.

“Appare frutto di isteria collettiva l’ipotesi fatta dalla Grecia di richiedere una certificazione virus-free per l’ingresso nel suo territorio del formaggio italiano Grana Padano – si legge in un comunicato della Agrifood FVG – Un concetto che, se dovesse replicarsi, metterebbe un ostacolo a numerosi prodotti agroalimentari.

Tali precauzioni appaiono completamente prive di fondamento scientifico: non solo non c’è alcuna evidenza di trasmissione del Coronavirus attraverso il cibo, ma i controlli delle filiere agroalimentari italiane sono pensati per contaminazioni da agenti patogeni ben più gravi e pericolosi. “.

Un’importante autorità in materia quale l’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR) ha confermato che al momento non ci sono casi che hanno dimostrato che gli esseri umani siano stati infettati da un’altra via. Ciò include attraverso il consumo di prodotti alimentari contaminati. L’istituto ha inoltre sottolineato che non sono stati riferiti al cibo nessun rapporto noto per altri casi di Coronavirus. La trasmissione attraverso superfici che sono state recentemente contaminate dal virus è tuttavia possibile attraverso “infezioni da gocce di bava”. Tuttavia, questo è solo probabile che si verifichi nel corso di un breve periodo dopo la contaminazione, a causa della relativamente bassa stabilità del coronavirus nell’ambiente.

I sistemi normalmente in uso nella manipolazione degli alimenti sono pensati per ridurre questo tipo di problemi al minimo già da prima di questa crisi. Quindi, qualsiasi barriera o filtro legato al Coronavirus che venga adottato per l’ingresso nel proprio Paese di prodotti made in Italy è al momento ingiustificato.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.