Categorie
Italia

Loris Stival. Medici legali: non ha subito violenza sessuale. Madre resta in carcere

carabinieri
carabinieri

Il piccolo Loris Stival, il bambino di otto anni strangolato e gettato in un canale a Santa Croce Camerina nella provincia siciliana di Ragusa, non ha subito violenze sessuali né il giorno in cui è stato ucciso né precedentemente. E’questa la conclusione a cui sarebbero giunte le perizie medico legali e consegnate alla Procura di Ragusa. Intanto il Giudice per le indagini preliminari ha confermato il fermo per la mamma di Loris, indagata dell’omicidio del figlio e che si professa innocente.
In particolare il gip di Ragusa, nell’ordinanza di convalida del fermo, sottolinea la “cinica condotta tenuta” da Veronica Panarello e la “evidente volontà di volere infliggere alla vittima sofferenze”, con “un’azione efferata, rivelatrice di un’indole malvagia e prima del più elementare senso d’umana pietà”. “Dalla ricostruzione dei fatti”nei confronti della donna emerge un quadro indiziario grave per “l’omicidio del figlio Loris”. Il fermo della donna per il giudice per le indagini preliminari è giustificato da un fondato pericolo di fuga della stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.