Categorie
Italia

Lombardia. Baldini: Non possiamo rinunciare al nostro latte

LA CONSIGLIERA REGIONALE DELLA LOMBARDIA, MARIA TERESA BALDINI, HA INCONTRATO GLI ALLEVATORI

14 marzo – “Non possiamo rinunciare al nostro latte”. La consigliera regionale Maria Teresa Baldini (Gruppo Misto-Fuxia People) ha voluto trascorrere una giornata con allevatori e agricoltori per un contatto diretto con questa realtà dell’economia lombarda, sempre più in affanno per il prezzo del latte imposto dall’industria. E Baldini, che della tutela del latte made in Italy ha fatto da anni una vera e propria battaglia in consiglio regionale, sollecitando non solo un’attenta lettura delle etichette ma precise garanzie per la produzione locale, ha raccolto storie di malcontento e addirittura di disperazione espresse da alcuni allevatori.

“Sono voluta entrare in contatto con le singole persone che rappresentano aziende spesso familiari _ illustra la consigliera _ e sono rimasta a bocca aperta nell’apprendere situazioni paradossali. Un piccolo imprenditore di Pavia ha investito per la ristrutturazione di una stalla e ha 120 capi di bestiame per i quali ha già versato una caparra ma non riesce a collocare il latte. Il problema è che il 70% del prodotto viene importato dall’estero e il latte italiano viene sottopagato: addirittura dalla risibile stima di 33-35 centesimi al litro, lui ha trovato compratori solo a 21 centesimi al litro. Un prezzo assurdo che non consente di poter avviare una stalla, mortificando la buona volontà di chi intende mantenere vivo un mestiere che ha rischiato di essere completamente dimenticato”.

“Il latte fresco del territorio ha necessità dei essere tutelato _ prosegue Baldini _ perchè, lo dico da medico, ha sostanze importanti dal punti di vista nutritivo. Perchè dobbiamo rinunciarvi?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.