Home Tecnoscienze Le regole d’oro per la sicurezza quando si naviga

Le regole d’oro per la sicurezza quando si naviga

10672
0
SHARE

La nostra vita gira intorno all’utilizzo di internet. Dal lavoro al sociale, dai contatti con gli amici al divertimento, tutto si muove sulla rete. Per questo motivo è bene stare sempre attenti a ciò che facciamo sul web. La sicurezza dei nostri dati, delle nostre conversioni, la sicurezza dei nostri dispositivi e quella dei nostri figli si può leggere in molti modi. Il pericolo esiste, non va drammatizzato certo, ma che molti sottovalutino le più basilari norme per garantirsi una minima sicurezza digitale, è un dato di fatto. Bisogna fare rete per affrontare senza paure lo spazio digitale. A partire dai più giovani: il 25% dei ragazzi ammette di non preoccuparsi dalla privacy dei propri dati online e solo il 29% dichiara di interessarsene solo alcune volte. 

Per navigare in rete in maniera tranquilla possiamo seguire queste dieci semplici regole: 

La sicurezza delle password

I nostri dispositivi vanno protetti attraverso password sicure. E il nome proprio, seguito dalla data di nascita, non lo sono. La password deve essere un codice solido e andrebbe aggiornata ogni tre mesi, con caratteri misti, cifre, e più lunga possibile.

Conservare i dati importanti

Il timore di un ricatto informatico, ransomware, dovrebbe essere un timore fondato. È un dei reati più commessi in rete. Per scongiurare effetti drammatici, ad esempio la perdita totale dei dati dal proprio computer, è bene fare backup periodici su hard disk esterni. Siccome oltre ai dati conserviamo anche porzioni della nostra vita e delle nostre relazioni, vi consigliamo anche una pratica poco digitale ma molto utile: stampate su carta le foto alle quali tenete di più, nessun pirata informatico potrà rubarvi un album di fotografie stampato e conservato tra gli scaffali di casa.

Proteggere i dati sensibili

Molta attenzione va data alla questione dei dati sensibili. Ormai, qualsiasi pagina web chiede l’autorizzazione all’utilizzo dei propri dati personali. Prima di registrarsi, bisognerebbe riflettere. A chi verranno venduti questi dati? Fate economia dei delle informazioni più sensibili: nome, indirizzo di casa, numero di telefono e, soprattutto, IBAN.

Utilizzare un account limitato di accesso al PC

In genere conviene utilizzare un account limitato, in particolare quando si naviga su Internet: gli utenti che accedono al PC con un account amministratore hanno infatti il potere di modificare tutte le impostazioni del computer, ma espongono il PC a rischi molto più alti. L’accesso al PC tramite account limitato certamente limita le attività, ma preserva maggiormente dagli attacchi dei pirati informatici, non essendo abilitato a modificare le impostazioni del computer. Un’eventuale intrusione, che sfrutta ad esempio una vulnerabilità del browser, avrebbe in questo caso effetti molto più circoscritti.

Diffidare degli sconosciuti sui Social Network

Viviamo in un periodo in cui sul web è tutto per definizione “social”: attenzione però, perché i cyber criminali possono mascherarsi dietro un approccio amichevole. Bisogna evitare quindi di accettare amicizie su Facebook da persone sconosciute e fare attenzione a non pubblicare il proprio numero di telefono o indirizzo di posta, poiché la nuova funzione di Facebook Graph Search rende questa informazione accessibile a tutti. Inoltre bisogna sempre essere molto prudenti a cliccare sui link che riceviamo: i malware vengono trasmessi sempre più spesso attraverso i Social Network e l’URL abbreviato che in teoria propone un video esilarante in pratica potrebbe nascondere un pericoloso malware.

Tenere il browser pulito

Molti utenti pensano erroneamente al proprio browser come ad una finestra sul web, personalizzabile a piacimento: proprio quella finestra potrebbe però essere utilizzata dai cyber criminali come chiave di accesso al PC. È importante quindi non salvare alcuna password o alcuna informazione personale sul browser e non scaricare plug-in dubbi. Molti utenti credono erroneamente che un plug-in sia meno rischioso di un file eseguibile, ma nel corso dell’ultimo anno i ricercatori ESET hanno rilevato una vertiginosa crescita di plug-in infetti.

Navigare su siti sicuri

Occhio poi ai siti che visitiamo con maggiore frequenza. Particolare attenzione va fatta soprattutto quando si acquista. Controllare sempre che sia presente il lucchetto presente nella barra degli indirizzi del browser in modo da essere sicuri che la navigazione sia protetta ed i dati crittografati. Per chi ama giocare online meglio farlo su siti riconosciuti e su casino online sicuri autorizzati da AAMS come questo qui

Aggiornare i software più di frequente

Qualsiasi avviso che compare in accensione di PC probabilmente è importante, per quanto possa apparire noioso e fastidioso. È importante aggiornare spesso il proprio PC manualmente, soprattutto se si è notata una maggiore lentezza del dispositivo, assicurandosi di avere un buon software antivirus e che Windows Update sia sempre attivo. Conviene inoltre installare gli aggiornamenti ogni volta che si accende e si spegne il PC

Blocco schermo

Blocchiamo sempre lo schermo quando non utilizziamo il computer, il tablet o il telefono, e per una maggiore sicurezza impostiamo tutti i dispositivi in modo tale che si blocchino automaticamente dopo un po’ che non li usiamo.

Registrazioni online

Prestiamo particolare attenzione alle registrazioni on-line, verifichiamo che l’indirizzo web inizi con https: //. la s indica che la connessione al sito è crittografata e quindi più sicura.

Contenuti inappropriati

Segnaliamo i contenuti che riteniamo essere inappropriati o illegali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here