Le conserve di pomodoro a “Lezioni di etichetta”

Giovanni De Angelis, Direttore Generale di ANICAV foto Massimo Pica
Condividi

ANICAV: “INIZIATIVA IMPORTANTE PER RIBADIRE ANCORA UNA VOLTA CHE PER IL NOSTRO COMPARTO LA TRASPARENZA È UN VALORE IMPRESCINDIBILE”

Al via la campagna crossmediale di sensibilizzazione realizzata da RICREA, Consorzio nazionale per il riciclo e recupero degli imballaggi in acciaio, di concerto con ANICAV ed ANFIMA.

Napoli, 07 novembre 2022 – Una campagna crossmediale destinata a sensibilizzare i consumatori su temi fondamentali: assoluta trasparenza sull’origine del prodotto e sostenibilità del packaging. Questo l’obiettivo dell’iniziativa che vede protagoniste le conserve di pomodoro in barattolo d’acciaio, realizzata da RICREA, Consorzio nazionale per il riciclo e recupero degli imballaggi in acciaio, di concerto con ANICAV ed ANFIMA.

Si è deciso di puntare sullo speciale format Rai Pubblicità “Lezioni di etichetta”, al via a partire da questa settimana, raccontando in maniera chiara che il pomodoro viene lavorato e confezionato entro le 24 ore dalla raccolta, che la sua origine è sempre indicata in etichetta e che l’imballaggio in acciaio è una vera e propria “cassaforte della natura” capace di preservare tutte le caratteristiche di gusto e salubrità dell’ingrediente principe della cucina mediterranea oltre che un packaging performante e, soprattutto, sostenibile perché riciclabile al 100% e all’infinito.

“Siamo felici di continuare la nostra preziosa collaborazione con RICREA e ANFIMA con questa importante iniziativa. – commenta Giovanni De Angelis, Direttore Generale di ANICAVConsumare il pomodoro in barattolo d’acciaio è una scelta consapevole e sostenibile e questo spot lo ribadisce una volta di più. Ci auguriamo che questa campagna comunicativa possa fugare qualsiasi dubbio ed accrescere la consapevolezza e la fiducia dei consumatori disorientati dai continui attacchi messi in atto sull’origine e sulla qualità del pomodoro che diffondono una cultura del sospetto irreversibilmente dannosa per il nostro settore.”


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link