Categorie
Rubriche

Le cinque maggiori mete da visitare nel 2017

Come diceva il Poeta l’autunno è il momento ideale per osservare il cielo e per contemplarlo nella sua magnificenza. Negli ultimi tempi, la rivalutazione di questa stagione ha preso corpo per diversi motivi, uno dei principali riguarda la possibilità di viaggiare e di godersi al meglio una vacanza e un soggiorno in una location ideale. Per quanto riguarda il viaggiare, oggi come oggi, è un argomento così vasto e vario, tanto da essere paragonato solo alla cucina, per quanto riguarda la varietà e le possibilità da cogliere e sfruttare al meglio. Anche per questo motivo, ci sentiamo di suggervi una delle mete più ambite lungo tutto il 2016, e di conseguenza valido anche per il 2017. Stacchiamo assieme questo ticket e scopriamo, qual è la destinazione del nostro viaggio.

Nella top 5 delle destinazioni più ambite per l’autunno-inverno 2017 spicca senza dubbio Israele. Già lungo tutto il 2015 e il 2016, è stato uno dei Paesi più richiesti e visitati in assoluto. New York, la grande mela, resta saldamente in testa alla classifica delle città più visitate del mondo. A seguire c’è invece Amsterdam, la Venezia dei Paesi Bassi, è senza dubbio la capitale europea più cliccata e visitata di questi anni. Subito dopo New York e Amsterdam, si colloca come città, proprio Tel Aviv, città simbolo e destinazione ideale per il viaggiatore non occasionale, il quale ricerca con un certo interesse location da scoprire e visitare con interesse. Dopo New York, dicevamo, ma prima rispetto ad Hanoi e a Sydney. Il Vietnam, assieme ad altri Paesi d’oriente è diventato un posto altamente turistico, così come Sydney, città simbolo australiana, che entra di fatto nella top 5 delle città più visitate e ambite per il 2016 e il 2017.

Tornando su Tel Aviv, la città israeliana si colloca, a mezza strada tra medio oriente e mete più esotico e ricercate. Negli ultimi anni la città ha beneficiato di un certo hype, costruito nel tempo, e dovuto in larga parte a locali, spiagge e hotel esclusivi, capaci di accontentare ogni tipo di viaggiatore e di turista, dal più esigente a quello più disimpegnato e frivolo. Non è un caso se Tel Aviv e Israele, in questi anni sono stati capaci di intercettare sia giovani che meno giovani.

Tel Aviv, è un centro culturale di tutto rispetto, capace di far brillare al meglio i suoi tanti hot spot, sparsi lungo tutta la città. Con le sue spiagge bianche e ben organizzate e attrezzate, anche fuori stagione sa ammaliare e colpire il viaggiatore e il turista più attento ed esigente. La musica dal vivo e club sono rinomati e conosciuti in tutto il mondo, tanto da far guadagnare alla città il nickname di Miami d’Oriente. Così se Gerusalemme è la città storico-culturale più importante di Israele, con il suo piglio più sobrio e ricettivo, Tel Aviv è stata in grado di intercettare le comunità giovanili, tra cui quelle gay, e tutte le persone che amano il buon cibo e la musica di qualità. A questi aspetti, per nulla secondari, bisogna poi aggiungere il fatto che possiede diverse spiagge di assoluto valore, senza contare i quartieri più caratteristici che la rendono un posto unico e speciale. I voli per Tel Aviv sono frequenti e bel collegati con le maggiori città del mondo, segno che si tratta di un posto sempre più ricercato e suggerito, da visitare. L’atmosfera che si respira, colpisce in ogni stagione dell’anno. In particolare la primavera e l’autunno sono i periodi più indicati per visitarla, per via del fatto che vi è un clima piuttosto mite e temperato, tipicamente mediterraneo. Tutto questo l’ha resa una città da visitare, sia per europei, che per americani, giapponesi e turisti provenienti da ogni latitudine e longitudine possibile. La lunga lista di attrattive e di punti di interesse, faranno il resto, per una location che ha saputo lavorare al meglio sulla ricettività di un turismo di qualità poco codificato e omologato alle masse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.