Categorie
Salute

La sfida delle cellule staminali: da una storia di successi a nuovi traguardi

Milano, 5 maggio 2015 – Rigenerare la cartilagine, rimarginare ulcerazioni, ricostruire un seno nel postoncologico, trattare un tumore del sangue o una cardiopatia. Sono solo alcune delle applicazioni cliniche delle cellule staminali divenute realtà o in sperimentazione.

I ricercatori stanno lavorando per rendere questo prezioso materiale biologico alla portata di tutti coloro che ne hanno bisogno ai fini di un trapianto estraendolo in maniera efficiente e pratica da diversi sorgenti tissutali, oltre che dal cordone ombelicale, dalla gelatina di Wharton, dal tessuto adiposo, ecc.
In regioni europee (come l’Andalusia) le innovative terapie cellulari sono diventate oramai parte integrante dell’offerta sanitaria. E in Italia cosa sta succedendo?

[easy_ad_inject_1]A parlare di questi aspetti, e a fare il punto su cosa rappresentino oggi in ambito clinico le cellule staminali e come potranno contribuire a modificare la sanità pubblica di domani, sarà il meeting dal titolo “La sfida delle cellule staminali: da una storia di successi a nuovi traguardi. Il contributo della Fondazione InScientiaFides”, che si svolgerà il 13 maggio 2015 dalle ore 08.30 alle ore 13,00 all’Ospedale San Raffaele di Milano (via Olgettina, 60 – aula San Raffaele).

L’evento è organizzato dalla Fondazione InScientiaFides con il patrocinio della Regione Lombardia, di AIOP (Associazione Italiana Ospedalità Privata) ed EXPO Milano 2015.
Numerosi saranno gli interventi di medici e ricercatori scientifici provenienti da diversi Istituti italiani ed europei.
I lavori saranno aperti da Gabriele Pelissero, presidente AIOP, Luana Piroli, presidente della Fondazione InScientiaFides, Luca Pierelli, direttore scientifico Fondazione InScientiaFides.

È stato invitato anche Mario Mantovani, vicepresidente e assessore alla Sanità della Regione Lombardia.
Interverrà il dott. Giuseppe Banfi, direttore scientifico dell’Istituto Ortopedico “Galeazzi” di Milano e direttore generale della Fondazione Centro San Raffaele di Milano, che darà poi la parola ai colleghi:

dott. Attilio Bondanza (Unità di Immunoterapie Innovative. Divisione di Immunologia, Trapianti e Malattie Infettive. Ospedale San Raffaele IRCCS), dott. Fabio Ciceri (Direttore Unità operative di Ematologia e Trapianto Midollo Osseo UTMO, OspedaleSan Raffaele, Milano), dott.ssa Arianna Dellavalle, coordinatrice Fondazione InScientiaFides, dott.ssa Raffaella Fazzina, ricercatrice Fondazione InScientiaFides, dott. Luca Pierelli, direttore della Fondazione InScientiaFides e del Centro Immunoematologia e Medicina trasfusionale A.O. San Camillo-Forlanini (Roma), dott. Francesco Lanza, direttore Unità Operativa di Ematologia agli Istituti Ospitalieri di Cremona, dott.ssa Marisa Jaconi, ricercatrice Dipartimento di Patologia e Immunologia, Università di Ginevra, dott. Leopoldo Laricchia-Robbio coordinatore Scientifico dell’Iniziativa Andalusa di Terapie Avanzate (IATA) di Barcellona, dott. Giuseppe Peretti, direttore Unità Operativa Complessa e Primario Equipe Universitaria Ortopedia Rigenerativa e Ricostruttiva (EUORR), IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Università degli studi di Milano, dott. Stefano Pompei, direttore Unità di Chirurgia Plastica Ospedale Pertini Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.