Categorie
Italia

La Regione Sicilia valuta screening sierologici alle forze dell’ordine e la donazione di mascherine chirurgiche

Nei giorni scorsi si è tenuto un incontro in videoconferenza tra l’Assessore alla Sanità della Regione Sicilia, On. Ruggero Razza, il deputato regionale On. Vincenzo Figuccia ed i rappresentanti Nazionali del sindacato “Libertà e Sicurezza Polizia di Stato” (LeS) Giovanni Iacoi e Pasquale Guaglianone nonché il Segretario Regionale Gianluca Lo Verde.

Così come chiesto nei giorni scorsi al Presidente della Regione, On. Nello Musumeci, il sindacato di Polizia ha invitato sia l’On. Figuccia che l’Assessore Razza, a valutare l’opportunità di includere anche i poliziotti siciliani nella distribuzione dei dispositivi di protezione individuale (DPI) che, in collaborazione con il distretto produttivo Meccatronica, la regione siciliana si sta apprestando a produrre autonomamente, con precedenza per le mascherine chirurgiche, uniche al momento autorizzate dal Ministero dell’Interno per un utilizzo diffuso e continuo, a prescindere dal contesto operativo.

L’Assessore Razza, ha innanzitutto espresso vicinanza agli operatori della Polizia di Stato ed a tutti gli altri appartenenti alle forze dell’Ordine (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Penitenziaria), nonché alla Polizia Locale, ovvero a tutte quelle persone in divisa, che sono impegnate in prima linea nella lotta al contenimento della diffusione della polmonite da coronavirus COVID-19, cercando di far rispettare il più possibile le disposizioni nazionali e regionali.

Nell’occasione, ha riferito che valuterà sin da subito la sostenibilità dell’inclusione delle forze di polizia presenti sul territorio siciliano nella distribuzione delle cosiddette mascherine chirurgiche e che, qualora ciò sia possibile, la Regione nelle prossime settimane ne predisporrà la distribuzione. Per quanto riguarda la possibilità di sottoporre tutti i poliziotti siciliani al tampone per verificare l’eventuale positività al contagio, l’Assessore ha chiarito che il tampone attualmente utilizzato non fornisce i dati che sarebbero necessari, dicendosi aperto alla possibilità di effettuare screening sierologici alle forze dell’ordine per ottenere una reale mappatura, che consentirebbe di individuare i soggetti portatori degli anticorpi necessari per il contenimento del virus. L’On. Figuccia, ha espresso viva soddisfazione per l’incontro odierno ed ha auspicato che la distribuzione delle mascherine chirurgiche avvenga in tempi rapidi a tutela della salute sia degli operatori che dei cittadini siciliani.

Al termine dell’incontro Pasquale Guaglianone si è così espresso: “Grazie all’intervento della Regione Sicilia, probabilmente tutti i poliziotti siciliani potranno beneficiare delle tanto agognate mascherine chirurgiche e poter così proteggere se stessi e tutti i cittadini dal contagio”, e, concludendo, “non vediamo l’ora che finisca la farsa a nostro danno della dotazione dei panni per spolverare, giustamente rifiutate dalle regioni italiane”.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.