Categorie
Esteri

Nuovo video integrale Isis mostra decapitazione Steven Sotloff. La risposta di Obama

Iraq: Isis posta video decapitazione giornalista Usa
decapitazione Isis

Il New York Times ha annunciato ieri sera l’esistenza di un video dove l’Isis annuncia la decapitazione di un altro reporter statiunitense. A quanto si apprende da fonti usa l’Isis avrebbe rilasciato un video integrale di 2 minuti e 46 secondi in cui viene mostrata la decapitazione del cittadino americano Steven Sotloff.
“La Casa Bianca non è in grado di confermare la decapitazione del reporter”, afferma il portavoce Josh Earnest, immediatamente dopo la diffusione della notizia, sottolineando che l’informazione data dal New York Times non può essere al momento verificata. Secondo altre fonti la voce del miliziano dell’Isis che parla avrebbe accento inglese e probabilmente sarebbe lo stesso presente nel video della decapitazione di James Foley. E’ “Un atto terrificante” è il commento del portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Jennifer Psaki, che conferma che l’Intelligence statunitense sta verificando l’autenticità del video.
I familiari di Steven Sotloff “sanno del video e stanno soffrendo in privato”. Lo ha affermato il portavoce della famiglia del freelance Usa decapitato come Jim Foley.I familiari non hanno intenzione per il momento di fare altri commenti ha aggiunto il portavoce che ha anche detto anche che alla famiglia non è stata confermata l’autenticità del video.
Duro anche il commento a caldo del Primo Ministro inglese David Cameron “Disgustoso e spregevole” ha detto e il Foreign Office Britannico ha fatto sapere che Cameron rilascerà più tardi una dichiarazione. Secondo la Bbc, il suo intervento riguarderà anche la minaccia da parte dell’Isis di uccidere l’ostaggio inglese, Haines.
Anche il premier italiano Renzi dice la sua: “Di fronte a un atto tanto raccapricciante, ci è sempre più chiaro quale sia la frontiera, quella della democrazia contro la barbarie”.
Intanto Obama deve studiare una strategia. Il portavoce del Pentagono in una nota dichiara: “Il Dipartimento della Difesa continuerà a pianificare e preparare ulteriori opzioni militari” nel caso dovessero essere necessarie e “resta pronto a tutelare i diplomatici, i cittadini e gli interessi americani in Iraq, continuando a lavorare con il governo dell’Iraq per contrastare l’Isis”.
Interviene poi direttamente la Casa Bianca che informa: Barack Obama “si consulterà con gli alleati su possibili ulteriori azioni contro l’Isis”, dopo la diffusione di un video con la decapitazione di Steven Sotloff da parte degli jihadisti.
Ricordiamo inoltre che da inizio agosto, quando sono partiti i raid, si sono contate almeno 124 incursioni dei caccia Usa contro obiettivi Isis in Iraq.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.