Home Cultura Indissolubili. Il nuovo romanzo di Renato Serpieri da oggi in tutte le...

Indissolubili. Il nuovo romanzo di Renato Serpieri da oggi in tutte le librerie

19067
0
SHARE

E’uscito il romanzo “Indissolubili” di Renato Serpieri (Robin Edizioni), acquistabile on-line e nelle principali librerie.

Copertina del romanzo Indissolubili di Renato Serpieri
Copertina del romanzo Indissolubili di Renato Serpieri

Milano, il Lago di Como, Taormina, Venezia e Napoli: in questi luoghi incantevoli s’intrecciano e si snodano due storie che raggiungono anche attraenti angoli di Parigi e Londra.
Una travolgente storia d’amore.
Una mamma che aiuta il figlio anche oltre la sua stessa vita.
Che cosa hanno in comune le due storie?

La prima s’interrompe perché la ragazza preferisce cullarsi in un matrimonio sicuro, come lo definiscono gli schemi borghesi.
L’altra muove dalla meraviglia di un amore che non finisce mai, neanche quando la morte interviene inesorabilmente.
Nella prima i due giovani, ormai lontani, trascorrono anni tra esperienze e vicissitudini che li allontano sempre più dall’amore.
Nella seconda un ragazzo, in pochi giorni, ritrova la strada che aveva smarrito.
I due, non più giovani, devono affrontare incontri importanti.
L’epilogo è coinvolgente: quegli incontri cambiano radicalmente la loro vita, ma anche quella del ragazzo.

È l’avvincente racconto di due storie che si fondono, esaltando l’amore che supera qualsiasi tristezza.

“INDISSOLUBILI” è un libro che apre ai sogni e mostra che l’amore aiuta a realizzarli.
Regala un elegante e al tempo stesso toccante affresco sentimentale, come sentimentale è lo stile immediato e diretto dell’autore, instancabile ricercatore di tracce interiori.

Come mai la storia di INDISSOLUBILI si svolge in così tanti luoghi?
A me piace viaggiare e scrivere un romanzo è viaggiare con la fantasia. I luoghi sono alcuni di quelli che porto nel mio cuore, altri magari li utilizzerò nel prossimo libro. Napoli, poi, è la mia città che amo.

Perché uno stile così semplice, quasi elementare?
È il mio modo di scrivere, ma anche il modo più immediato per coinvolgere chi legge.

Qualcuno sostiene che le sue descrizioni fanno immaginare i luoghi in cui si svolge la storia, condivide?
Più che condividere, ne sono felice. Mi piace che il lettore partecipi. Io lo immagino seduto al centro della scena mentre osserva ciò che ho scritto.

Quale obiettivo si prefigge con INDISSOLUBILI?
Uno solo: far sognare mentre lo leggono.

Perché considera tanto importanti i sogni?
Perché dobbiamo riprendere a realizzarli. Oggi parole come “utopia” o termini come “impossibile”, segnano i giovani che hanno smesso di sognare. Li abbiamo costretti all’emulazione e ad un’emulazione nel segno dei soldi, a dispetto di sani e semplici valori.

E INDISSOLUBILI?
Il mio romanzo racconta sogni che si realizzano e i sogni che si realizzano portano alla felicità, l’unica cosa che conta e da valore a una vita.

Denaro e/o potere non portano alla felicità?
Non ho mai compreso come si può essere felici a dispetto dell’ infelicità altrui. Apparentemente portano alla felicità, ma poi la coscienza richiede ai cosiddetti vincenti un prezzo troppo alto: essere meschini.

Possiamo considerarla il Nicholas Sparks italiano?
Le sue storie m’incantano, quindi è un onore essere accostato a lui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here