Home Rubriche Lotterie Il gioco online in Italia, tra nuove leggi, decreti e dati economici

Il gioco online in Italia, tra nuove leggi, decreti e dati economici

7433
0
SHARE
gioco2

Il settore del gioco in Italia ha visto un aumento di volumi di traffico e di capitali significativi, avvenuti tra la fine del 2013 e la prima parte del 2017.

Basti pensare che le entrate per lo Stato italiano sono aumentate oltre del 15%, in questo periodo, per capire le dimensioni di questo settore. Un settore che tra il 2014 e il 2017 è passato da 84,5 miliardi di euro ai quasi 98 miliardi per il 2017. Si tratta di una vera e propria industria, quella del gioco, che per convenzione viene distinta in tre differenti segmenti: le lotterie nazionali e istantanee, le scommesse sportive, i giochi da casinò di tipo fisico e digitale online. Concentriamoci su questo ultimo segmento: quello dei casinò online. Fino alla seconda metà del 2017 i casinò virtuali rappresentavano quasi il 10% della spesa destinata al gioco in Italia. Questi sono dati che devono tener conto di un aspetto importante: si tratta di una filiera che opera in Europa e in Italia da poco meno di 10 anni, visto che fino al 2009 non si disponeva dei permessi per operare legalmente nel nostro Paese.

Il decreto sui giochi

Le cose sono poi cambiate e sono state realizzate delle leggi a tutela sia dei siti di gioco, ma principalmente per gli utenti che decidono di tentare la sorte con il gioco online. Tutto questo riguarda le realtà che operano all’interno del contesto dei siti legalmente riconosciuti che operano all’interno dell’ente di tutela AAMS. Parallelamente vi sono anche altre realtà che però non fanno parte dei siti legali, quindi in caso di qualunque problematica non ci sono assicurazioni per i giocatori che decidono di tentare la sorte su questo tipo di siti. I siti di gioco autorizzati e ispezionati da realtà come https://www.casino1.it/ offrono una vasta gamma di giochi che a differenza dei casinò live si basano su bonus e partite gratuite per i nuovi utenti che atterrano su questo tipo di realtà. I siti di gioco online rispondono a una domanda sempre più crescente nel panorama internazionale, visto che attualmente il gioco viene praticato con maggiore intensità su dispositivi come smartphone e tablet. Non a caso è stato calcolato che entro il 2022 il 50% del traffico e del volume di gioco sarà completamente dirottato verso i nuovi dispositivi di gioco multimediali.

Il tutto avviene mentre in Europa si sta discutendo circa la possibilità di limitare il numero di siti e di casinò online che possono operare liberamente. In Italia in seguito all’attuazione del Decreto Dignità, che di fatto limita la possibilità di pubblicizzare i siti dedicati al gioco d’azzardo, si stima che tra il 2019 e il 2021 potrebbe esserci un calo di giocatori pari al 30%. Un dato che potrebbe di fatto azzerare le entrate e la crescita del settore del gioco online che si è verificato nel corso degli ultimi 6 anni. Sono delle stime realistiche ma che hanno ancora bisogno di un riscontro nei dati, visto che fino al primo semestre del 2018, il trend risulta essere ancora positivo e in crescita, stando ai dati pubblicati tra la fine del mese di giugno scorso e la fine dell’estate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here