Categorie
Salute

Igiene orale del bambino: ecco le soluzioni

Una corretta igiene orale è fondamentale per prevenire, fin da piccoli, la comparsa di carie, ma anche di altre pericolose malattie del cavo orale. I genitori rivestono un ruolo determinante nella salute dentale futura dei figli. Questo perché la prevenzione inizia proprio nelle mura domestiche. Ma è veramente così difficile educare i più piccoli alla cura del cavo orale? Per i bambini tutto è imitazione, ma soprattutto abitudine. Per questa ragione è importante lavarsi i denti tutti insieme e far rientrare questa attività all’interno della routine quotidiana.

Del resto, è fondamentale tenere a mente che i denti cominciano a svilupparsi a partire dalla sesta settimana di vita dell’embrione. Infatti, compaiono 20 siti in corrispondenza degli archi dentali, che durante la crescita permettono la comparsa dei denti da latte. Per questa ragione, fin dai primi mesi di vita dei bambini, mamma e papà devono provvedere ad un’adeguata pulizia delle gengive, della lingua e delle guance.

Con la comparsa dei primi denti decidui, che di solito avviene in fase di svezzamento, è importante attuare dei gesti più mirati, in modo da rimuovere adeguatamente i residui di cibo ed impedire l’accumulo della placca. Non bisogna dimenticare che i denti da latte hanno una funzione specifica, pertanto devono essere preservati al meglio. Infatti, creano lo spazio per quelli permanenti, che specializzano meglio le loro funzioni, diventando più efficienti.

Lo spazzolino: cosa è importante sapere?

I genitori devono cominciare ad utilizzare lo spazzolino nella bocca dei loro bambini non appena erompono i primi dentini da latte. Di solito, ciò avviene con il conseguimento dell’anno di età. Tuttavia, in alcuni casi è possibile assistere ad una eruzione precoce (a 4 mesi o prima). Inizialmente non è necessario utilizzare il dentifricio, mentre è bene introdurlo verso i due anni di età, possibilmente al fluoro.

Non bisogna dimenticare, però, che lavare i denti dei più piccoli, spesso, si può trasformare in una vera e propria impresa, poiché difficilmente stanno fermi e permettono di raggiungere anche gli spazi più angusti, dove si accumula la placca.

Per cercare di risolvere questo tipo di problema è possibile avvalersi di un valido alleato, che viene riproposto dalle aziende produttrici più all’avanguardia, tra le quali spicca Philips, che ha da sempre a cuore l’interesse anche dei consumatori più piccoli. Si tratta dello spazzolino elettrico bambini, che è disponibile in diverse versioni. Attualmente, si stanno diffondendo quelli sonici, poiché assicurano una pulizia più profonda.

Programmare la prima visita dal dentista: quando è meglio muoversi?

Non è mai troppo presto per portare un bambino in uno studio dentistico. Tuttavia, diventa fondamentale quando comincia ad erompere la dentizione decidua, non solo per controllare che i denti siano sani, ma anche per abituare il piccolo alla figura del dentista, evitando così ogni tipo di timore in età più avanzata.

Per iniziare è molto importante scegliere un dentista pediatrico, ovvero un professionista specializzato in piccoli pazienti. Durante la visita è indispensabile mantenere un certo contatto fisico con il bimbo, in modo da rassicurarlo e fargli capire che non c’è niente di cui avere paura.

Non bisogna dimenticare che le visite dentistiche sono fondamentali, in quanto permettono di imparare la corretta tecnica di spazzolamento dei denti ed i cibi che è meglio evitare, e di correggere eventuali abitudini viziate (succhiare il dito o il pollice, ecc.), che possono compromettere a lungo andare la dentizione.

Post in collaborazione con Philips

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.