Categorie
Esteri

Gaza. 14 morti in tre raid. Ban Ki-Moon: “Intollerabile eccessivo uso della forza”.

Guerra Israele Gaza
Guerra Israeliani – Palestinesi

Arrivano continuamente notizie tristi da quella che a tutti gli effetti una guerra a Gaza. Sarebbero continui i lanci di missili verso Israele da parte dei Palestinesi e altrettanto continui i raid aerei dei caccia con la stella di Davide a Gaza che dispongono indubbiamente di una potenza di fuoco e militare superiore ma che nonostante le supertecnologie non riesce a risparmiare vite innocenti.

Israele assicura di avvertire la popolazione di Gaza ogni qual volta sta per arrivare un bombardamento. Una donna di Gaza ha raccontato come avviene l’avvertimento: “Suona il telefono e c’è una voce che dice il mio nome e poi dice “sono David” dovete uscire immediatamente di casa o rischiate di morire”. Ma molti non riescono a fare in tempo come la donna e i bambini morti ieri, o perché non vogliono fare in tempo mossi da orgoglio o per volontà di non lasciare la propria casa, frutto di sacrifici.

Si apprende inoltre che è stato ucciso reporter palestinese in un raid di ieri sera a Gaza. Tre persone che si trovavano con lui sono rimaste ferite. A riferire la notizia sono stati gli stessi media israeliani.
Poi altri tre raid hanno avuto come risultato almeno 14 morti dei quali 7 a Khan Yunes e un altro in un campo profughi a Nusseirat dove è morto un palestinese.

Le vittime dall’inizio della nuova crisi israelo palestinese sarebbero una settantina. L’agenzia palestinese Maan riporta che in soli due giorni sono morte 52 persone, e ci sono stati oltre 450 feriti.

A livello ONU è stata convocata per oggi una riunione urgente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite su richiesta dei palestinesi e dei Paesi arabi. Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-Moon, intervenendo alla riunione di emergenza, ha condannato il lancio dei razzi da Gaza, ma ha anche denunciato come “l’eccessivo uso della forza da parte di Israele sia intollerabile”. “Ancora una volta i civili stanno pagando il prezzo più alto nel prosieguo del conflitto”.
Ban ha ricolto un appello a Israele e ai militanti palestinesi affinché interrompano le ostilità.

Si apprende intanto che l’Egitto ha aperto il valico di Rafah con la Striscia di Gaza per permettere ai palestinesi feriti nei raid israeliani di entrare nel Paese ed essere curati negli ospedali egiziani. Lo riferisce la tv satellitare al Arabiya.

Intanto, il leader di Hamas Khaled Mashaal, in esilio in Egitto, in un messaggio trasmesso da al Jazeera invita i palestinesi a resistere. “Il nostro ne-
mico è più forte di noi, ma siamo all’ altezza di affrontarlo,se Dio vuole.Non minacciamo,né promettiamo. Il nostro diritto è difendere le nostre vite”.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.