Categorie
Sport

Formula 1, Australia: si parte il prossimo weekend nonostante tutto

Il prossimo fine settimana si inaugura la stagione 2020 di Formula 1. La sfida a quattro ruote parte ad Albert Park in Australia, fra dubbi e timori legati all’attuale situazione per via del Coronavirus. I dubbi e le paure legate alla questione sono naturali, ma pare che comunque in Australia tutto procederà come di consueto e come previsto da programma, come comunicato dal responsabile dell’Australian Grand Prix Corporation, Andrew Westacott.

Spalti quindi gremiti di persone acclamanti (si stimano ben 86mila persone nel pubblico), seppure con l’applicazione di tutte le misure di sicurezza possibili. Questo però sarà quello che riguarda la gara in Australia, non sarà così in ogni tappa delle gare di Formula 1. In base al luogo e al rischio stimato i pareri potrebbero essere diversi.

Alcune tappe sono addirittura state rinviate per ovvie necessità, come per esempio la tappa del GP che si sarebbe dovuta tenere in territorio cinese. Dubbi ci sono sulla corsa in Vietnam, che non si sa ancora se verrà egualmente rinviata o meno.

Bahrain: la seconda tappa sicuramente a porte chiuse

Il secondo Gran Premio del 22 marzo a Bahrain, al Sakhir, sarà a differenza di quello in Australia a porte chiuse, come prevenzione contro la diffusione del contagio da Coronavirus. Ad annunciare questa decisione sono stati gli organizzatori, che hanno dichiarato di aver effettuato questa scelta dopo una comune consultazione sia dei partner anche internazionali, sia degli enti responsabili della salute nazionale.

Spalti vuoti quindi a Bahrain per la tutela dei tifosi e della nazione, anche per limitare i viaggi internazionali e gli spostamenti interni. Una delusione? Forse in qualcuno, ma la sicurezza chiaramente deve venire prima di tutto. Dopotutto la gara delle monoposto avverrà comunque e niente cambierà sulle sorti della stessa. Le tecnologie d’oggi, oltretutto, consentiranno una perfetta trasmissione di ogni secondo di gara, per accontentare al meglio anche i fan più pignoli.

Aspettative del pubblico per la Formula 1

Lì dove le gare di Formula 1 saranno corse senza pubblico sarà ancora di più sviluppata la trasmissione video così da coinvolgere comunque egualmente il pubblico e far sì che nessuno perda un solo metro di corsa. Anche se la situazione oggi sotto il punto di vista sanitario è critica per certi versi, è necessario cercare di andare avanti senza creare panico lì dove non occorre. Ecco che quindi, come suddetto, per le tappe della Formula 1 si è stabilito, una ad una, dove gareggiare con il pubblico e dove invece è indispensabile farne a meno.

I fan delle monoposto sono oggi tantissimi, in tutto il mondo, e contano oggi un numero di persone vicino a quello che interessa i campionati di calcio. Il numero infatti di chi scommette, per esempio, è pressoché simile, anzi si può dire che essendo che le partite e le gare sono spesso di domenica, si tratta di fenomeni che procedono in parallelo. In questi giorni, quindi, le scommesse NetBet per le partite di Champions League sono tante quante quelle per la F1 per la prima tappa in Australia: dopotutto le partite di ottavi si concluderanno solo il 18 marzo e la F1 comincerà il 15 marzo.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.