Home Cultura Filosofia – DODICIMILA PENSATORI IN DIECI ANNI: X EDIZIONE DEL PROGETTO DEI...

Filosofia – DODICIMILA PENSATORI IN DIECI ANNI: X EDIZIONE DEL PROGETTO DEI GIOVANI PENSATORI CON FILOSOFI E ARCHISTAR

DODICIMILA PENSATORI IN DIECI ANNI: X EDIZIONE DEL PROGETTO DEI GIOVANI PENSATORI CON FILOSOFI E ARCHISTAR PER PARLARE DI FILOSOFIA SCIENZA E STORIA

22352
0
SHARE
Nella foto: il Magnifico Rettore, professor Alberto Coen Porisini; il Direttore del Progetto, professor Fabio Minazzi; i Collaboratori del Centro Internazionale Insubrico, professori Marina Lazzari, Paolo Giannitrapani, Stefania Barile; il professor Giuseppe Carcano, Dirigente scolastico del Liceo Scientifico Statale Galileo Ferraris, scuola polo del progetto Giovani pensatori e la professoressa Antonella Frecentese, Docente dell’ISSIS Casula; le maestre Nadia De Falco, scuola Settembrini e Rosa Di Capua, scuola primaria di Voltorre.
Nella foto: il Magnifico Rettore, professor Alberto Coen Porisini; il Direttore del Progetto, professor Fabio Minazzi; i Collaboratori del Centro Internazionale Insubrico, professori Marina Lazzari, Paolo Giannitrapani, Stefania Barile; il professor Giuseppe Carcano, Dirigente scolastico del Liceo Scientifico Statale Galileo Ferraris, scuola polo del progetto Giovani pensatori e la professoressa Antonella Frecentese, Docente dell’ISSIS Casula; le maestre Nadia De Falco, scuola Settembrini e Rosa Di Capua, scuola primaria di Voltorre.

Varese, 19 settembre 2018 – Il Progetto dei Giovani Pensatori giunge all’impegnativo traguardo della decima edizione. Ideato e diretto dal professor Fabio Minazzi, con la collaborazione di Marina Lazzari, costituisce un progetto di didattica della filosofia realizzato in chiave fortemente interdisciplinare. Il progetto, promosso dal Centro Internazionale Insubrico dell’Università degli Studi dell’Insubria, con il patrocinio della Società Filosofica Italiana, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Varese, nonché da una significativa rete di istituti scolastici che fanno capo al Liceo Scientifico Ferraris di Varese quale scuola polo, si è in questi anni profondamente radicato e ramificato nel mondo della scuola varesina, basti pensare che in dieci anni il Progetto ha coinvolto dodicimila studenti dai 6 ai 18 anni di Varese e provincia.

La decima edizione è dedicata al dibattito sulla relazione tra Filosofia scienza e storia indaga «al fecondo e complesso nesso esistente tra la filosofia, la scienza e la storia» scrive il prof Minazzi «Ancora una volta queste tre differenti, ma intrecciate, polarità della storia occidentale vengono messe in relazione critica, individuando un particolare e fecondo file rouge, ovvero quello del cambiamento, della dinamicità, della rivoluzione, che ha sempre costituito l’anima più profonda della nostra tradizione di pensiero». Su questa scia, l’inaugurazione decennale del progetto – che, a sua volta, si inserisce nel ventennale dell’ateneo – si aprirà con due importanti lectio magistralis: quella di Carlo Sini, socio nazionale dell’Accademia dei Lincei, sulla figura di Socrate, e quella dell’archistar Mario Botta, che illustrerà la progettazione e costruzione di un nuovo campo universitario in Cina, a Shenyang. Seguirà un convegno internazionale, dedicato alla memoria del “padre” della Filosofia della scienza in Italia, Ludovico Geymonat (1908-1991), che affronterà il decisivo problema del rapporto tra storia e filosofia della scienza. Sono poi previsti incontri dedicati all’intreccio tra filosofia, scienza e storia con un’attenzione particolare al concetto di rivoluzione. Ecco allora conferenze e giornate studio che discuteranno il Sessantotto, la nascita della scienza moderna con Galileo Galilei, la Rivoluzione francese, il Risorgimento italiano, la Rivoluzione d’ottobre.

Sul fronte didattico, una vera e propria miniera d’iniziative animerà il piccolo esercito di studenti afferenti al Progetto Legalità come prassi (scuola capo-fila Liceo Vittorio Sereni di Luino) ideato dalla prof.ssa Stefania Barile e dai docenti della Commissione Legalità che si articola in una serie di iniziative per i bambini e i ragazzi: dal progetto-concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, in collaborazione con ACLI provinciale, LIBERA, Associazione Kentro di Varese, la Fondazione don Milani e la Fondazione La Sorgente di Varese; al progetto di civic engagement lab Legalità come prassi a Cardano al Campo, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, l’Associazione Culturale Laura Prati e gli artisti Giorgio Vicentini, Paola Ravasio, Stella Ranza, Angelo Zilio e il musicologo Massimiliano Broglia; al Laboratorio artistico-filosofico: Lo straniero. Dal principio kantiano dell’accoglienza alla riflessione sociologica sulla nostra identità democratica, in collaborazione con il CROSS di Milano (diretto dal prof. Nando dalla Chiesa), per un totale di 11 progetti afferenti al laboratorio Legalità come prassi, che vedranno impegnati oltre 1400 studenti anche nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro.

Alla decima edizione del Progetto dei Giovani Pensatori non mancano i Giovanissimi Pensatori, studenti delle scuole primarie di alcuni istituti della città e della provincia, che saranno, ancora una volta, protagonisti della seconda giornata del festival di maggio a loro interamente dedicata. Oltre alle inziative tradizionali, quest’anno ci sarà una novità assoluta: la mostra dei Quaderni filosofici dei Giovanissimi Pensatori, curata dalla responsabile della sezione Filosofia con i bambini, prof.ssa Veronica Ponzellini.

Una delle attività del Centro Insubrico Internazionale “Carlo Cattaneo” e “Giulio Preti” (fondato nel 2009) consiste nell’ordinamento, cura, classificazione, catalogazione, analisi e studio di un suo Fondo Archivistico all’interno del quale si segnalano i rilevantissimi cespiti documentari dei 10 archivi appartenuti a studiosi quali Carlo Cattaneo, Giulio Preti, Antonio Banfi, Evandro Agazzi, Fulvio Papi, Antonia Pozzi e delle 15 biblioteche di studiosi afferenti alla scuola di Milano (i volumi in totale assommano a circa 15.000). Nel programma del X anno di attività del progetto dei Giovani Pensatori sono previsti eventi che si propongono di portare a conoscenza degli studenti, dei docenti e degli studiosi alcuni di questi preziosi materiali archivistici depositati presso il Centro Insubrico. Sempre in quest’ottica di apertura del mondo degli archivi alle scuole e alla città sarà realizzata una giornata studio dedicata ad Antonia Pozzi indagata non solo nel suo versante poetico ma anche fotografico, durante l’iniziativa sarà presentata la pubblicazione anastatica dell’album fotografico del 1938, presente nell’archivio e che verrà pubblicato, per la prima volta, nella sua versione originale.

In collaborazione con Radio Missione Francescana continuerà, infine, la trasmissione Filosofia per tutti, coordinata e condotta da Stefania Barile con letture dei classici, interviste ai protagonisti del programma della X edizione del Progetto Giovani Pensatori e interventi dei giovani studenti con i loro docenti, mentre è già in corso e si svolgerà durante tutto l’anno la presenza di giovani liceali, nel periodo di formazione “alternanza scuola-lavoro”, nella sede del Centro Internazionale Insubrico.

http://www.dicom.uninsubria.it/centrocattaneopreti

http://www.facebook.com/giovani.pensatori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here