Categorie
Società

Farmacisti in lutto per la morte del collega Raffaele Corbellini

Tanti i messaggi di cordoglio per la morte del farmacista Raffaele Corbellini, caduto in trincea in questa guerra contro il coronavirus.

Il messaggio di Federfarma Lombardia

Lutto per la morte del farmacista Raffaele Corbellini. Annarosa Racca: “Ricorderemo il suo grande impegno”

Milano, 23 marzo 2020 – Con grande dispiacere tutti i colleghi delle farmacie dell’Associazione delle provincie di Milano, Monza e Lodi accolgono la notizia della scomparsa del caro collega Raffaele Corbellini.

I suoi colleghi del lodigiano lo ricordano così: “Raffaele era sempre presente ogni volta che lo chiamavamo. Con il suo fare autentico e sincero sapeva sorridere e sdrammatizzare. Ci mancherà molto perché era un farmacista curioso ed intraprendente, un collega prezioso con il quale il confronto era sempre utile”.

“A nome di tutte le farmacie, porgo le più sentite condoglianze alla famiglia di Raffaele Corbellini, stimato farmacista e collega – ha detto Annarosa Racca, Presidente di Federfarma Lombardia -. Siamo molto vicini alla famiglia in un momento così difficile e lo ricorderemo con profonda riconoscenza per tutto quello che ha donato alla comunità, per la sua professionalità e per il suo grande impegno”.

Il comunicato della FOFI

“E’ la seconda volta in pochi giorni che la nostra professione viene colpita da un lutto per il quale non ci sono parole che siano sufficienti a esprimere la vicinanza della Federazione, degli Ordini e di tutti i farmacisti, ai famigliari e a tutti coloro che rispettavano e amavano il collega Raffaele Corbellini, un riferimento insostituibile per la comunità lodigiana.

Raffaele ha lavorato per la collettività fino a che ha potuto e non c’è modo migliore per rendergli l’onore che merita” dice Andrea Mandelli, presidente della FOFI e dell’Ordine dei Farmacisti di Milano, Lodi e Monza Brianza.

“I farmacisti italiani, nelle farmacie di comunità come nelle strutture del Servizio sanitario, stanno svolgendo il loro ruolo al massimo delle possibilità, ma devo ribadire un messaggio ai cittadini: la farmacia è un presidio sanitario in cui ci si deve recare solo per motivi importanti, come procurarsi i farmaci per le malattie croniche e per gli eventi acuti.

E’ una precauzione fondamentale per tutelare la salute di tutti: dei farmacisti e delle persone che si rivolgono a loro. Invito poi a rispettare tassativamente la distanza di sicurezza e a seguire le indicazioni del personale per l’accesso ordinato nei locali delle farmacie. In sostanza chiedo ai cittadini di aiutarci ad assisterli nel modo migliore: da questa emergenza potremo uscire solo con la massima collaborazione di tutti”.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.