Categorie
Spettacolo

Eredità Lucio Dalla. Ministro Franceschini vincola casa museo.

Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali del Governo Renzi, ha annunciato via twitter che “è stata avviata la procedura per il vincolo sulla collezione”. In particolare sarebbe stato posto il vincolo sulla vendita di una delle proprietà di Lucio Dalla e più esattamente la residenza del cantautore bolognese in Via d’Azeglio a Bologna.
Il riferimento alla “Collezione” è chiaramente fatto sulla grande quantità di opere d’arte che la residenza contiene essendo la stessa abitazione un vero e proprio museo. Gli eredi ne erano ben coscienti e la Fondazione Lucio Dalla avrebbe proprio voluto trasformare l’immobile a museo. Il vincolo in qualche modo limita la loro libertà e i tempi tanto che l’inaugurazione prevista a marzo 2015 probabilmente slitterà.

“Sembra che siano preoccupati che noi possiamo disperdere o danneggiare qualcosa, quando la Fondazione nasce proprio per preservare e valorizzare il patrimonio di Lucio.” – commenta il presidente della Fondazione Dalla, Donatella Grazia – “Non vogliamo svendere il patrimonio. Questo provvedimento lascerebbe pensare che noi ci stiamo comportando in maniera non consona, ma non è così. Anzi, l’avvio della procedura per il vincolo ha fermato il progetto di apertura della Casa Museo, prevista per marzo 2015 anche con percorsi didattici”.

Tutto rimandato dunque al 17 ottobre, data nella quale è previsto un incontro tra i membri della Fondazione e il Ministro. Vi terremo aggiornati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.