EBURY: MARTA BONATI È LA NUOVA COUNTRY MANAGER PER L’ITALIA

Marta Bonati CM Italy di Ebury
Marta Bonati CM Italy di Ebury

Marta Bonati guiderà la crescita sul territorio italiano dell’azienda fintech, specializzata in pagamenti internazionali, incassi e servizi di cambio

Milano, 20 luglio 2021 – Ebury, una delle principali società fintech leader a livello europeo nella gestione di incassi e pagamenti internazionali e nella copertura del rischio di cambio, ha annunciato la nomina di Marta Bonati come nuova Country Manager per l’Italia, ufficiale da luglio 2021.

Marta Bonati approda in Ebury, dopo aver ricoperto ruoli di crescente responsabilità nel mercato dei cambi, con l’obiettivo di consolidare ulteriormente il posizionamento e accelerare la crescita dell’azienda sul territorio italiano, grazie alla sua esperienza e conoscenza quasi ventennale del mercato bancario internazionale. La Manager ha guidato l’unità FX Solutions Sales in BNL – BNP Paribas e ha lavorato all’interno di importanti realtà nazionali e internazionali tra cui BBVA – Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, RBS – The Royal Bank of Scotland Plc, Ernst & Young Financial Business Advisors e UniCredit Banca Mobiliare.

È un onore entrare a far parte di questa squadra, interagire con una straordinaria rete di partner e portare avanti la visione dell’azienda: “What Borders” per Ebury è una missione prima ancora di un claim. La crescita di un player così importante è vitale per un tessuto imprenditoriale – come quello italiano – costituito principalmente da piccole e medie imprese la cui internazionalizzazione e vocazione all’export extra UE rappresentano due dei principali veicoli per la crescita” dichiara Marta Bonati, Country Manager Italia di Ebury.

Da sempre in Ebury lavoriamo per attrarre i migliori talenti, con l’ingresso di Marta facciamo un ulteriore passo avanti che ci consentirà di consolidare il nostro posizionamento come partner strategico ideale per supportare le PMI italiane con soluzioni digitali per proteggersi dalla fluttuazione delle valute, fissando il tasso di cambio e salvaguardando i margini di profittodichiara Duarte Libano Monteiro, Regional Managing Director di Ebury.

Ebury offre attività di cambio in oltre 130 valute, sia per i mercati principali sia per quelli emergenti, nonché strategie di gestione della liquidità, finanza commerciale e gestione del rischio legato alle fluttuazioni valutarie. L’obiettivo di Ebury fin dall’inizio è stato quello di supportare le piccole e medie imprese nel loro business internazionale con soluzioni finanziarie su misura che fino ad allora erano state riservate solo alle grandi aziende.

L’azienda, che a differenza di altre società di servizi finanziari ha sviluppato una tecnologia interna, offre una combinazione unica di soluzioni di pagamento, gestione valutaria e di finanziamento per soddisfare le esigenze delle imprese internazionali e accelerare la loro crescita; la fintech consente, inoltre, di eliminare il rischio di eventuali perdite, fissando il cambio alla data attualeo a una data futuraa fronte del pagamento di una commissione con un costo molto più competitivo di quello offerto dal sistema bancario tradizionale.

Dal 2009 a oggi l’azienda ha ampliato la propria presenza sul mercato globale fino a una rete di 24 uffici in 20 paesi e oltre 1.100 dipendenti. Nell’ultimo anno, il volume delle operazioni transate da Ebury è stato di 21 miliardi di dollari. Tra i principali partner di Ebury c’è SACE, Società controllata da Cassa Depositi e Prestiti e Sezione speciale per l’Assicurazione del Credito all’Esportazione; l’azienda, inoltre, in questi anni ha visto l’ingresso di un gran numero di investitori, tra cui Banco Santander che nel maggio 2020 ha completato un’operazione di finanziamento pari a 350 milioni di sterline.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.