Home Economia easyJet, previsioni di chiusura dell’anno finanziario 2019

easyJet, previsioni di chiusura dell’anno finanziario 2019

1014
0
SHARE

La compagnia conferma una performance solida nel quarto trimestre e per l’intero anno finanziario stima profitti pre imposte compresi tra i 420 e i 430 milioni di sterline, nella parte più alta delle linee guida annunciate in precedenza.

Milano, 8 ottobre 2019. Nel quarto trimestre easyJet ha registrato una performance solida grazie a una robusta domanda da parte dei clienti e all’implementazione di una serie di iniziative che hanno generato ricavi extra sia in termini di passeggeri sia in termini di ricavi ancillari per ciascun posto offerto. I costi sono rimasti sotto controllo e in linea con le aspettative nonostante un trimestre particolarmente colpito da imprevisti operativi per la gestione dei quali il nostro programma di resilienza operativa si è dimostrato essenziale. 

easyJet si aspetta di chiudere l’anno finanziario 2019 con profitti pre-imposte compresi tra 420 e 430 milioni di sterline, confermando la parte più alta delle linee guida annunciate in precedenza.

Ricavi

Il numero dei passeggeri per l’intero anno finanziario è cresciuto dell’8.6% a 96 milioni, guidato dal previsto aumento di capacità del 10,3% a 105 milioni di posti. Il fattore di riempimento degli aeromobili per l’intero anno diminuirà dell’1.4% a 91.5%.

I ricavi totali per posto, a valuta costante, diminuiranno di circa 2.7% per l’intero anno, mentre diminuiranno di circa 0.8% per il secondo semestre, meglio delle aspettative. A guidare questo risultato sono state le iniziative di ottimizzazione che la compagnia ha realizzato nel quarto trimestre e i benefici derivanti dagli scioperi del personale di Ryanair e di British Airways.

Costi

I costi totali per l’intero anno finanziario aumenteranno di circa il 12% a causa dell’aumento di capacità, dell’aumento delle singole voci di costo e di un cambio valutario sfavorevole. Questo aumento è stato in parte bilanciato dal miglioramento del costo per posto offerto, escluso il costo del carburante.

I costi per posto offerto, escluso il carburante e a valuta costante, diminuiranno di circa lo 0.8% per l’intero anno finanziario, in linea con le aspettative. Nonostante gli imprevisti operativi che hanno caratterizzato il quarto trimestre, generati soprattutto da fenomeni meteorologici avversi nel continente e dai problemi tecnici che hanno colpito l’aeroporto di Gatwick, il programma di resilienza operativa ha consentito di mantenere una performance solida.

Carburante e tasso di cambio

I costi complessivi per il carburante per l’anno finanziario sono attesi intorno a 1.420 milioni di sterline e includono l’impatto negativo del tasso di cambio e l’aumento dei costi dell’Emissions Trading System (ETS). Il tasso di cambio avrà un impatto totale negativo di circa 14 milioni di sterline.

Outlook

Le prenotazioni per il primo trimestre dell’anno finanziario 2020 sono al momento in linea con lo stesso periodo dello scorso anno e l’aumento di capacità per l’intero anno finanziario 2020 è previsto al suo minimo storico. La crescita della capacità per il primo trimestre è al momento prevista al 2%.

easyJet prevede di annunciare ulteriori dettagli sulle priorità per l’anno finanziario 2020 durante la presentazione dei risultati di fine anno il prossimo 19 novembre.

Johan Lundgren, CEO easyJet, ha commentato:

“easyJet ha continuato a registrare una performance in linea con le aspettative, nonostante delle condizioni di mercato particolarmente difficili. Grazie a una serie di iniziative e all’aumento di domanda dovuto alle disruption che hanno colpito British Airways e Ryanair, per l’intero anno finanziario 2019 contiamo di registrare profitti compresi tra i 420 e i 430 milioni di sterline, confermando la parte più alta delle linee guida annunciate in precedenza. L’implementazione di una serie di iniziative durante il quarto trimestre per ottimizzare i ricavi ha consentito di aumentare la performance dei ricavi per posto offerto a valuta costante. I continui investimenti nel programma di resilienza operativa hanno consentito di ridurre l’impatto delle disruption sulle nostre operazioni. Di conseguenza per l’intero anno ci aspettiamo di registrare una diminuzione dei costi per posto offerto, escluso il carburante e a valuta costante. Vorrei ringraziare tutte le nostre persone che hanno lavorato incessantemente per accogliere i nostri clienti con il più caloroso benvenuto nei cieli”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here