DIEGO CONTI: è fuori il videoclip di Alcolica, il racconto sfocato di una notte in hangover

Condividi

DIEGO CONTI – ALCOLICA Fuori il videoclip su Youtube

Qualche giorno fa ha pubblicato il suo nuovo singolo Alcolica – in rotazione radiofonica e disponibile nelle piattaforme digitali – ora DIEGO CONTI, promessa rock pop tra le più interessanti sulla scena della musica attuale, pubblica su Youtube il videoclip del brano, diretto da Paolo Mercadante per Fonoprint Studios.

Fiumi di tonica, un Capodanno tra fantasmi stupefacenti in una discoteca patinata, una chitarra elettrica “quasi malinconica”, ricordi sbiaditissimi e un bacio “da chi se ne frega”.

Il risultato è una notte alcolica, fuori controllo, che stordisce l’anima. Il cantautore ha voluto raccontare, a fine hangover, com’è andata quella notte di immagini sfocate, girate tra le stanze di una tra le più belle residenze storiche della Ciociaria, il Castello ducale Corte d’Avalos, situato nel borgo Monte San Giovanni Campano (Frosinone). 

Dopo una breve pausa discografica fatta di silenzi e di ispirazioni, ecco Alcolica. Diego Conti riprende il suo percorso artistico anche grazie ad incontri importanti, tra cui quello con Andrew Loog Oldham, scopritore, produttore e manager dei Rolling Stones, una delle grandi novità di questo nuovo progetto.

Una collaborazione straordinaria a tutto tondo, nata e concretizzata in questi ultimi due anni, in cui Conti ha scritto molto e lavorato in studio, alla Fonoprint di Bologna, sotto la supervisione del produttore e discografico Leo Cavalli.   Il singolo Alcolica – scritto con lo stesso Oldham, Cheope e Ivan Antonio Rossi (anche produttore artistico della canzone) – è il primo risultato di un nuovo sound, più rock, dal ritmo incalzante, sempre fedele però agli esordi di artista up next dalle venature pop rock: è il resoconto schietto, divertito, beffardo, di una notte sfocata e fuori controllo, avventura rock tra demoni danzanti e la vita sotto sopra. Il titolo, di per sé sinteticamente narrativo, racchiude tutto, persino lo stordimento di quella notte. Cantautore, 27 anni, Diego Conti racconta che “è una canzone scritta con la gola secca, in totale hangover. Nasce dal consapevole mal d’anima di un ragazzo scazzato, che vuole divertirsi ed è alla ricerca di un brivido in una società seducente e pericolosa. Nel periodo più nero della mia vita è avvenuto un incontro, che mi ha dato carica per ascoltare la musica in testa e impugnare nuovamente la chitarra: ho conosciuto Andrew Loog Oldham, che ha raccolto il mio chiodo di pelle, come solo l’angelo del rock può fare”.   

CIAO, SONO DIEGO. Classe ’95, Diego Conti è cantautore e musicista, nato e cresciuto a Frosinone. Sin da piccolo la chitarra è lo strumento con il quale scrive le sue canzoni, testo e musica: a 10 anni inizia il suo percorso di studi al prestigioso Conservatorio “Licinio Refice” della sua città. Partecipa a numerosi festival italiani, tra cui il Tour Music Fest ed il Festival Show, arrivando in finale. Proprio in occasione del Festival Show, Diego ha iniziato la sua attività live, esibendosi davanti a 20.000 persone. A soli 15 anni, riceve il riconoscimento come “giovane promessa del pop italiano” al festival “Un bosco per Kyoto”, in Campidoglio, rassegna promossa dall’Accademia Kronos (Onlus). Nel 2014 firma il suo primo contratto di management e di edizioni con l’etichetta discografica Rusty Records, lavorando con Maurizio “Rusty” Rugginenti. Un anno dopo apre una data del tour di Tormento “Dentro e fuori live tour”, occasione in cui conosce Shablo, grazie al quale nasce una collaborazione come chitarrista in studio con Clementino nei brani Quando sono lontano e Ragazzi fuori, in gara rispettivamente alla 66a e 67a edizione del Festival di Sanremo. Sempre per Clementino, Diego lavora alla composizione della musica nella canzone Deserto, contenuta nell’album “Vulcano”. Nel 2016 partecipa alla decima edizione di X-Factor Italia nella categoria Under Uomini, capitanata da Arisa: terminato il percorso all’interno del programma, è ospite di Fiorello a Edicola Fiore; qualche mese dopo pubblica ufficialmente i suoi primi brani L’impegno e Non finirà (Rusty Records). Nel 2018 inizia a registrare il suo primo album e partecipa a Sanremo Giovani 2018, in gara con 3 Gradi, singolo che anticipa il suo primo lavoro discografico, dal titolo “Evoluzione”, in cui sperimenta il cross-pop mischiando il pop/rock alle sonorità più urban. Il 2019 è l’anno della sua esperienza ad Amici di Maria De Filippi, che gli consente di mettersi nuovamente in gioco. Arriva l’incontro con Fonoprint Studios nel 2020, periodo di svolta nella carriera del cantautore e chitarrista che gli consentirà di scrivere nuova musica e di firmare il suo primo contratto discografico nel 2021. Inizia con entusiasmo una nuova fase della carriera, grazie al supporto e alla fiducia artistica di Leo Cavalli. Nell’estate 2020 avviene l’incontro del destino, improvviso e in maniera del tutto inimmaginabile, insolita; uno dei momenti più significativi della sua carriera: Diego conosce Andrew Loog Oldham, scopritore, manager e produttore discografico dei Rolling Stones, con cui sta lavorando. Nei prossimi mesi uscirà il suo secondo album.


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link