Categorie
Salute

Dental Baby Day: il 17 settembre la Giornata nazionale di prevenzione odontoiatrica dei bambini

microchirurgia
Giornata nazionale di prevenzione odontoiatrica dei bambini

Roma, 9 settembre 2014 – Con il patrocinio del Ministero della Salute, il prossimo 17 settembre avrà luogo in tutta Italia il Dental Baby Day: la Giornata nazionale di prevenzione odontoiatrica dei bambini. L’iniziativa è promossa e organizzata della Società Italiana di Odontoiatria Infantile. La SIOI , la più antica società scientifica italiana di odontoiatria che conta quasi mille soci ed è partner strategico di Save The Children, intende portare il suo contributo su tutto il territorio nazionale con lo scopo di promuovere la salute orale dei bambini.
Nello stesso giorno, i Soci in diverse sedi come aereoporti, scuole, palestre, sale comunali, provinciali, regionali, auditorium, parrocchie, incontreranno insegnanti, pediatri, genitori, affrontando i temi della prevenzione odontoiatrica e fornendo le indicazioni per applicarla.

“Ritengo importante ed entusiasmante questa iniziativa – dice la Presidente della SIOI, prof. Raffaella Docimo Chiariello – che è rivolta agli adulti per i bambini. È fondamentale infatti che l’informazione sia veicolata nel modo corretto alle famiglie e a tutti coloro che si relazionano, secondo le diverse competenze, con i bambini. D’altra parte questo è anche il tipo di comunicazione che è di supporto alla prevenzione nell’adulto”.

Come sostiene l’Istat nel rapporto annuale 2014, migliora globalmente il Sistema sanitario nazionale per tipologia e qualità di prestazioni ed interventi, ma i dati denunciano da una parte le differenze di accesso alle cure sul territorio nazionale a svantaggio del Mezzogiorno d’Italia e dall’altra le difficoltà delle famiglie, a causa della crisi, a far fronte alle spese per la salute.

Secondo l’Istat, tra i motivi più frequenti della rinuncia alle cure sanitarie la prima ragione è quella economica (50,4 per cento), mentre quella legata all’accessibilità delle strutture (liste di attesa o orari scomodi per l’appuntamento o difficoltà a raggiungere la struttura) si attesta al 32,4 per cento. “Gli ultimi dati sono certamente allarmanti e al difficile momento di crisi economica si aggiunge ancora oggi – spiega la prof. Docimo Chiariello – una non adeguata informazione e motivazione alla prevenzione odontoiatrica sin dalle prime epoche di vita, quando la dentatura da latte rappresenta già un patrimonio clinico e funzionale fondamentale per la salute dei bambini. Tutto ciò ha quindi portato a un aumento, negli ultimi cinque anni, di circa il 15% della patologia cariosa in età pediatrica, mentre nel 2013 è ancora alta la quota di bambini, e precisamente il 33.3%, che fino ai 14 anni non è stata mai visitata dall’odontoiatra”.

Agnes Comunicazione

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.