Dal poker alla scopa: i giochi più popolari in Italia

Condividi

Il gioco rappresenta uno dei passatempi più celebri e diffusi lungo tutta la penisola italiana: ogni regione ha le proprie tradizioni e talvolta i propri mazzi di carte. Esistono giochi che sono conosciuti e praticati in tutto il territorio italiano, altri che invece sono prerogativa di un determinato luogo e varcati i confini regionali non si conoscono più.

Tra i giochi più spesso praticati una menzione speciale spetta ancora alle carte, dal poker al ramino ed infine al burraco, senza dimenticare scopa, briscola e tressette. La briscola potrebbe essere il gioco più conosciuto a livello italiano, con una parziale diffusione anche all’estero, soprattutto nei paesi mediterranei. Il regolamento è semplice e lo svolgimento della partita non richiede tempistiche troppo lunghe, contrariamente a giochi come il burraco. Esistono più versioni della briscola, la modalità più classica è l’uno contro uno, oppure a coppie di due, ma è altrettanto diffusa la variante a 5 giocatori. Altrettanto conosciuta e praticata è la scopa, per cui si utilizza lo stesso mazzo utilizzato per la briscola, il tradizionale da 40 carte (a prescindere dalla variante regionale che si sceglie di adottare, le più classiche sono la napoletana o la piacentina, che differiscono unicamente sul lato estetico).

Variando la tipologia di mazzo, l’elenco dei giochi si allunga notevolmente e si ritrovano passatempi che oltre ad essere popolari in Italia sono conosciuti e praticati anche nel resto del mondo. Il burraco, la scala 40 ed il poker ne sono un esempio, quest’ultimo celebre per la sua variante all’italiana. Il mazzo utilizzato è lo stesso del classico Texas Hold’em, che ha raggiunto un giro d’affari da capogiro a livello internazionale sancendo l’ingresso di intelligenze artificiali nel gioco, in grado di sfidare in tutto e per tutto giocatori umani. Ugualmente celebre è il tradizionale ramino, dalle regole praticamente identiche a scala 40 eccetto per il numero di punti necessari a “scendere”, vale a dire a mettere le carte sul tavolo. Non manca, inoltre, Machiavelli, che è considerata una variante del ramino. Al pari delle carte, sono altrettanto diffusi i giochi tipici del casinò, dove si pratica lo stesso poker ma anche la classica roulette. Quest’ultima ha sempre catturato l’attenzione di grandi appassionati di numeri e strategie al tavolo verde: l’applicazione del metodo Fibonacci ad esempio così come di altre sequenze matematiche sono popolari e diffuse tra gli appassionati del disco rotante.

Ugualmente diffuso all’interno dei casinò di tutto il mondo, anche nella sua versione online, è il Baccarà. Si tratta di un gioco celebre in Francia all’antica Corte del Re (il nome corretto sarebbe infatti baccarat) ed in seguito praticato in tutta Europa. Le regole sono estremamente semplici: lo scopo del gioco è quello di avere un punteggio il più vicino possibile al nove con tre carte (massimo) a disposizione. Ad inizio partita si piazzano le puntate ed in seguito vengono distribuite due mani da due carte ciascuna, una al giocatore ed una al banco. Fondamentale risulta perciò sapere i valori delle carte: l’asso equivale ad un punto: l’asso equivale ad uno, il 10 e le figure valgono 0 mentre le carte dal 2 al 9 hanno i loro valori nominali.


Pubblicato

in

da

Tag:

Italia News è su Google News:
per essere sempre aggiornato clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: