Cura dei capelli con olio di argan: istruzioni per l’uso

L’olio di argan vanta notevoli proprietà benefiche per pelle e capelli, e per questo motivo vale la pena considerarlo per uno dei due trattamenti. Ricavato dai semi dell’omonimo albero originario di un’area del sudovest del Marocco, l’olio di argan regala infatti brillantezza e idratazione alla chioma e al cuoio capelluto ed è ricco di vitamina E e di acidi grassi. In riferimento a quanto sin qui premesso, vediamo nel dettaglio a cosa serve e come usarlo per la cura dei capelli.

I benefici dell’olio di argan su capelli e cuoio capelluto

L’olio di argan è davvero ottimo per la cura dei capelli poiché crea una finitura lucida che funge nel contempo da guaina protettiva attorno al loro fusto. Ciò significa che non ci sarò più nessun effetto crespo o delle fastidiose doppie punte. Questa condizione ottimale è dovuta al fatto che l’olio di argan è ricco di acidi grassi del tipo Omega-6, di fenoli, vitamine A, C ed E nonché di caroteni. I suddetti acidi essendo eccellenti antiossidanti sono tra l’altro incredibilmente rigeneranti per i capelli secchi e danneggiati. Se ciò non bastasse a dimostrare le notevoli proprietà benefiche dell’olio di argan per la cura dei capelli va aggiunto che non solo li ripara, ma aiuta a mantenerli sani, elastici, morbidi, ben nutriti e li protegge dai danni ambientali (raggi UV) e da quelli generati dallo styling (calore del phon).

Le modalità d’uso dell’olio di argan sui capelli

L’olio di argan è ricco di antiossidanti, quindi è ottimo per i trattamenti del cuoio capelluto e della chioma che lo sovrasta. Che soffre di forfora, perdita o secchezza dei capelli, questo trattamento è un modo semplice per migliorare la salute generale del cuoio capelluto. Per ottenere dei buoni risultati, in primis bisogna applicare alcune gocce di olio di argan sui palmi delle mani e spalmarlo poi su tutti i capelli. In secondo luogo si procede con la separazione della chioma in quattro sezioni uguali, dopodiché si inizia a massaggiare accuratamente l’olio nell’area del cuoio capelluto di ciascuna di esse dedicandovi una buona quantità di tempo (idealmente da 5 a 10 minuti). Ciò stimolerà la circolazione sanguigna e aiuterà a regolare la produzione di olio naturale nel cuoio capelluto.

Lo step conclusivo prevede poi un risciacquo con lo shampoo, e l’asciugatura al sole nel periodo estivo e con il phon in quello invernale ma con il calore impostato a minimo e tenendo l’apparecchio a debita distanza dalla chioma. Il trattamento sin qui descritto vale la pena ripeterlo settimanalmente, e poi in modo meno frequente man mano che la salute del cuoio capelluto migliora sensibilmente. A margine va altresì aggiunto che per la cura dei capelli e per l’idratazione del cuoio capelluto con l’olio di argan si può creare anche una maschera, avvolgendo la chioma in un asciugamano di cotone dopo averla cosparsa e massaggiata accuratamente con la suddetta sostanza.

Pubblicato
Etichettato come Rubriche

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.