Categorie
Società

Coronavirus. Morto il nonno di Fabio Rovazzi

Tanti sono i morti vittime del coronavirus in Italia. Il bollettino di oggi 3 aprile fissa il totale dei caduti di questa guerra contro il nemico invisibile Covid19 a 14.681 morti.

Questo numero però è una somma di nomi e cognomi, di vite, di speranze e di obiettivi ancora da raggiungere nonostante all’ISS si dice che sono “anziani” con più patologie e il cittadino medio intende che sarebbero morti comunque. Non è così. Anche se avessero vissuto un’ora in più avrebbero lasciato un mondo di gioia ai loro cari in più.

In questo triste numero di vittime c’è anche il nonno di Fabio Rovazzi.

Ad annunciarlo è stato lo stesso popolare artista che ha postato su Instagram una foto da bambino, in braccio al nonno.

“Ho sperato nell’impossibile, ho creduto fino all’ultimo che fossi l’unico in grado di scampare a quella maledetta figura oscura con la falce in mano. Mi sbagliavo – ha scritto -. La morte piano piano prende tutti, non capisco perché debba prendere sempre prima del dovuto tutti quelli a cui tengo. Ho fatto il possibile, l’impossibile e l’impensabile…. ma alla fine questo maledetto virus ti è venuto a bussare alla porta. E fidati quando ti dico che non te lo meritavi”.

“Con te – ricorda ancora Rovazzi – ho passato gran parte della mia infanzia. Sei l’uomo che mi ha insegnato tutto. Mi hai insegnato che la fortuna non esiste. Mi hai insegnato che la tenacia e la forza di volontà sono alla base di tutto. Sei partito da gommista e sei volato in Argentina diventando dirigente di una delle più grosse multinazionali del mondo. Sei sempre stato il mio esempio di vita e lo sarai sempre nonostante l’assenza di quest’ultima”. Il ricordo commosso di Rovazzi di conclude con un “grazie di cuore. Sei stato il miglior nonno che si possa desiderare”.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.