Categorie
Politica

CORONAVIRUS, FDI: EMILIANO PRIMA DI ILLUSTRARE PIANO OSPEDALIERO STRAORDINARIO FACCIA CHIAREZZA SUL DEA DI LECCE

Dichiarazione dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e il capogruppo Ignazio Zullo

“Prima di un atteggiamento di collaborazione esiste un atteggiamento di responsabilità che chi rappresenta i cittadini nelle Istituzioni è tenuto a tenere proprio nei loro confronti.

A mezzogiorno il presidente-assessore alla Sanità, Michele Emiliano, ha annunciato IL PIANO OSPEDALIERO CORONAVIRUS DELLA REGIONE PUGLIA. Come Fratelli d’Italia chiediamo che prima ancora di illustrarlo faccia chiarezza su quanto denunciato da un giornale on line in un articolo titolato: DEA LECCE SENZA OSSIGENO, LA VERGOGNA DI EMILIANO.

“E vogliamo subito chiarezza perché nei giorni scorsi è stato più volte sbandierato da Emiliano proprio il Dipartimento di Emergenza Accettazione (DEA) di Lecce uno dei fiori all’occhiello della Sanità pugliese in questo momento di emergenza da coronavirus. Vogliamo che Emiliano renda conto di quanto segnalato e risponda a domande precise: è vero che il DEA poteva aprire già dal 21 dicembre scorso? E’ vero che già dal 28 febbraio poteva mettere a disposizione 40 posti letto per i contagiati dal coronavirus?  Tenuto conto che il primo caso pugliese si è verificato il 25 febbraio, quindi, avere già a disposizione una struttura moderna, efficiente e all’avanguardia sarebbe stato indispensabile! E tutto questo non è stato fatto perché Emiliano con propria ordinanza ha deciso di cambiare fornitore d’ossigeno in corso d’opera e quindi si è perso tempo, intimando alla ditta che aveva effettuato i lavori di smantellare il serbatoio criogenico già collaudato e pronto ad entrare in funzione?

“Chiaramente l’aspetto sanitario in questo momento è ciò che ci interessa di più, questa settimana in Puglia, secondo i dati epidemiologici, ci saranno molti più contagiati della scorsa. Se tutto questo farà andare in affanno il nostro sistema sanitario, Emiliano dovrà rispondere non solo sul piano sanitario, ma ci sarà tempo e luogo per chiarire gli aspetti amministrativi di questa strana quanto assurda vicenda”.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.