Home Italia Coppola (PCI Salerno): “La riqualificazione dell’area ex Vitologatti nell’interesse della città e...

Coppola (PCI Salerno): “La riqualificazione dell’area ex Vitologatti nell’interesse della città e non dei comitati di affari”

4508
0
SHARE
Raffaele Coppola, segretario PCI Salerno
Raffaele Coppola, segretario PCI Salerno

Comitati d’affari scatenati in città, palazzinari all’assalto dell’ultimo lembo di terra disponibile nel perimetro comunale; il sindaco Napoli riesce sempre a spuntarla “in due tempi” sui troppo timidi mail di pancia che qualche spirito libero tra i suoi consiglieri riesce ancora a provare guardando lo scenario che si dipana come un ghibli sulla città di Salerno.

Pensare di poter costruire un grattacielo di 15 piani in un fazzoletto di terra delimitato da ferrovia e svincoli autostradali, fino a qualche anno fa sede della storica ditta Vitologatti, è un atto di vera e propria violenza nei confronti dei residenti e dell’ambiente.

Operazione realizzata, ovviamente, in perfetto stile deluchista ed infiocchettata dalla prestigiosa firma di turno, l’architetto Stefano Boeri, che ha già progettato analoga struttura “a bosco verticale” nel centro direzionale di Milano.

Spetterà ai consiglieri decidere nella prossima assise dopo il rinvio dello scorso Consiglio comunale e non tutti quelli di maggioranza sono molto convinti, sia per le volumetrie che per le altezze, giudicate in entrambi i casi eccessive e non in linea con le misure degli altri fabbricati nella zona.

Il fatto stesso che sia stato chiesto un supplemento di istruttoria per decidere se approvare o meno il cambio di destinazione d’uso sta ad indicare che la partita non è chiusa; in Consiglio comunale in diversi dovranno anteporre la valutazione del bene comune alla valutazione dell’interesse privato.

I comunisti intendono lottare per il bene comune e per la salvaguardia dell’ambiente, invitano i cittadini e le forze di opposizione sociale ad unire gli sforzi per fermare lo scempio ulteriore della nostra città, si rendono disponibili ad azioni politiche congiunte e finalizzate a tagliare una volta e per sempre le mani che avvinghiano la città.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here