Categorie
Italia

Conferenza stampa di Conte: proroga restrizioni e attacco a Salvini e Meloni

Il Premier Conte torna in diretta Tv dopo la evidente sconfitta in ambito Eurogruppo alla fine del quale è stato previsto il MES tra gli strumenti utilizzabili e nessun lontano riferimento agli Eurobond.

Il premier Conte si presenta agli Italiani in conferenza stampa e comunica le novità in gran parte già trapelate sui media nelle scorse ore. Poi sul MES attacca apertamente Salvini e Meloni ma si sbaglia sul governo del 2012 e sul ruolo di Salvini.

Il problema è che quando fu votata la legge LEGGE 23 luglio 2012, n. 116 Ratifica ed esecuzione del Trattato che istituisce il Meccanismo europeo di stabilita’ (MES) al governo c’era Monti e non la Meloni.

Salvini poi quella legge non la voto perchè all’opposizione.

Ma vediamo cosa ha detto Conte:

Proroga delle restrizioni fino al 3 maggio

Le restrizioni attuali saranno prorogate fino al 3 maggio prossimo salvo ulteriori rinvii se il consiglio degli esperti farà propendere il decisore politico a questo tipo di decisione. Tutti a casa il 25 aprile e il primo maggio.

Si ci augura che dopo il 3 maggio si possa ripartire con cautela e gradualità ma ripartire.

La proroga vale anche per le attività produttive.

Riapertura di alcune attività dal 14 aprile.

Riapriranno cartolibrerie, librerie, negozi per neonati e per bambini, silvicoltura e varie attività forestali e altri che saranno specificati nell’allegato del dpcm.

Nuovo comitato di esperti italiani da tutto il mondo

Il nuovo comitato avrà il compito di suggerire e variare modelli organizzativi nel lavoro più innovativi in modo che tengano conto della qualità della vita.

Il protocollo di sicurezza sui luoghi di lavoro

Sarà necessario per lavorare in sicurezza negli ambienti di lavoro sanificati considerando che probabilmente dovremo convivere ancora a lungo con il coronavirus covid19.

Il protocollo è stato già siglato a metà marzo con tutte le parti sociali e in queste ora è in fase di analisi da parte del comitato scientifico.

Conte proroga restrizioni al 3 maggio

MES e Eurobond

Conte si scaglia contro Salvini e Meloni precisando che in ambito Eurogruppo non si è firmato niente e non si prevede alcun obbligo. Il MES è solo uno degli strumenti che offre una linea di credito nuova e che l’Italia comunque non userà. “Il Mes c’è dal 2012 quando al governo c’era anche la Meloni, io non c’ero e non c’erano molte altre forze di questo governo” ha detto “L’Italia non ha bisogno del MES perché è uno strumento totalmente inadeguato” ha detto.

Conte ribadisce la posizione dell’Italia per gli Eurobond e continuerà a lottare per questo tipo di strumento per ora non previsto nel documento di ieri sera.

“Le misure prese ieri sono solo un primo passo che l’Italia giudica ancora insufficiente e occorre lavorare ancora per costruire qualcosa di ancora più ambizioso, un fondo che deve essere finanziato con una vera e propria condivisione dello sforzo, i famosi eurobond”.

Conte risponde a tono a Salvini e Meloni
Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.