Comgest: India, il sentiment a lungo termine rimane molto positivo

Bhuvnesh Singh, Gestore azionario Asia ex Japan e India di Comgest
Condividi

A cura di Bhuvnesh Singh, Gestore azionario Asia ex Japan e India di Comgest

I mercati indiani hanno evidenziato una solida performance nel terzo trimestre 2022, come rileva l’indice MSCI India, in aumento del 13,7% in EUR. L’indice ha così registrato un +4,8% in EUR su base annua, una delle performance più solide di quest’anno tra i principali mercati. I dati economici rimangono incoraggianti, con il PIL che dovrebbe crescere del 7% per l’esercizio 2023 (che terminerà a marzo 2024). L’indice dei prezzi al consumo (IPC) si è attestato al 7% ad agosto, mentre la banca centrale prevede una media di circa il 6% nei prossimi sei mesi. Il gettito fiscale è rimasto elevato nel corso dell’anno, a parziale sostegno del programma di indebitamento del governo e degli obiettivi di investimento in conto capitale (capex). Anche i dati pubblicati dalle imprese rimangono positivi, con una crescita del credito che è migliorata fino a raggiungere il 15% circa su base annua durante il trimestre. I rendimenti del terzo trimestre del 2022 sono stati trainati prevalentemente dai settori nazionali, con forti performance nei settori finanziario, delle utility e legati ai consumi.

Varun Beverages, l’imbottigliatore di Pepsi in India, è stato uno dei titoli più performanti del portafoglio nel trimestre. La società continua a registrare una forte crescita dei volumi, un’espansione dei margini EBITDA (utili prima di interessi, tasse, svalutazioni e ammortamenti) e sorprende positivamente riguardo agli utili. Varun Beverages ha aumentato la distribuzione a tre milioni di punti vendita e si sta espandendo in nuove aree, come i prodotti lattiero-caseari e le bevande energetiche. Sebbene il titolo sia stato rivalutato, rimane uno dei titoli del comparto dei consumi più convenienti in India, con un forte CAGR (tasso di crescita annuale composto) dell’EPS del 30% negli ultimi cinque anni. Eicher Motors, produttore di motocicli di alta gamma in India, ha registrato una crescita del 37,1% in euro (28,5% in dollari) nel terzo trimestre, anche grazie al nuovo motociclo lanciato dall’azienda, Hunter, che ha ricevuto un numero significativo di ordini. A settembre 2022 l’azienda ha registrato livelli storici di produzione (82.000 unità), con un aumento del 17% su base mensile e dell’11% su base trimestrale. Oberoi Realty, società di sviluppo immobiliare con sede a Mumbai, ha registrato un rally del 29,5% in euro (21,4% in dollari) nel trimestre. La società continua a registrare vendite vigorose in relazione ai suoi progetti immobiliari siti nei quartieri di Goregaon e Borivali, nonché un miglioramento delle attività locative con un aumento dell’occupazione nei suoi centri commerciali.

Le importanti riforme da parte del governo attuale come il codice dei fallimenti, le imposte sui beni e servizi, i miglioramenti alla legge sul lavoro e le recenti iniziative volte ad attirare investimenti nel settore manifatturiero, sono tutti elementi strutturali positivi a più lungo termine. Il Paese sta beneficiando delle strategie delle multinazionali per diversificare le catene di fornitura, con una crescita significativa in settori quali l’assemblaggio di telefoni cellulari, i pezzi di ricambio per i macchinari e i prodotti chimici. La solidità della situazione patrimoniale delle aziende, il significativo miglioramento dei bilanci delle istituzioni finanziarie indiane e l’aumento degli investimenti in conto capitale da parte del governo, dovrebbero fornire una spinta ciclica alla crescita nel breve termine.


Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link