Come riconoscere i pericoli del gioco online

C’è una battaglia che le grandi aziende di gaming stanno combattendo da tempo: quella contro le dipendenze e le patologie legate al gioco. Problematiche rare, non frequenti, ma che è bene conoscere, di cui è bene sapere i sintomi, i comportamenti sospetti, così da intervenire in maniera rapida e sicura in ogni caso di sospetto. Una situazione che si è amplificata durante la pandemia e che richiede un un sistema di contrasto integrato, come ha indicato ilSole24Ore lo scorso mese di novembre.

Il gioco deve essere un divertimento, un passatempo e mai un problema, una gabbia o una malattia. E il primo campanello d’allarme è proprio questo: quando un giocatore si accorge di giocare solo per vincere denaro oppure recuperare quanto perso fino a quel momento, allora siamo in presenza di un comportamento patologico, su cui si deve intervenire. Così come lo si deve fare quando si pensa di essere forti, fortunati, di avere talento sicuro, di avere un destino vincente. In questa maniera infatti si innesca un catena negativa tutta ai danni del giocatore. 

Starvegas ha diffuso una guida sul Gioco Responsabile, sottolineando quali sono i campanelli d’allarme per riconoscere la ludopatia. Innanzitutto il tempo legato al gioco: chi per scommettere trascura il lavoro o la famiglia, ignorando impegni o responsabilità, è sicuramente in pericolo. Così come chi investe denaro messo da parte per la famiglia, o per l’affitto, per la scuola, gli alimenti, il vestiario. Alcune volte si pensa anche che il gioco sia l’unico modo per stare bene o per trovare i soldi mancanti necessari. 

Bisogna quindi creare un metodo di gioco responsabile, guardare al tempo e alla durata, alla misura delle puntate, alla consapevolezza delle proprie scelte. È utile, ad esempio, fissare un limite di perdita e rispettarlo sempre. Altrettanto utile è il negare denaro in prestito così come fissare un limite di tempo, con pause e momenti di riposo

A questo proposito esistono una serie di strumenti: il Limite di Versamento, ad esempio, grazie al quale il giocatore ha la possibilità di indicare un limite di versamento mensile una volta registrato al sito, oppure l’Autoesclusione, che consente invece al giocatore di bloccare il conto di gioco per un periodo limitato di tempo, a scelta tra 24 ore, 3 giorni, 1 settimana, 1 mese oppure a tempo indeterminato. Così per tutta la durata del blocco non si potranno effettuare giocare, ma solo riscuotere le vincite.

Un protocollo scelto e utilizzato dai maggiori casinò italiani, perché un gioco responsabile, sicuro e trasparente è un vantaggio per tutti.

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Don`t copy text!