Cassa Dottori Commercialisti il 10 e l’11 novembre in Sicilia per parlare agli iscritti di professione e previdenza

Stefano Distilli, presidente di Cassa Dottori Commercialisti
Condividi

Professione in crescita in Sicilia, dove il numero di iscritti alla Cassa è aumentato del 3,9% nell’ultimo anno 

8 novembre 2022 – Cresce la professione del dottore commercialista in Sicilia, dove, tra 2020 e 2021, il numero di professionisti iscritti a Cassa Dottori Commercialisti, l’ente che si occupa di previdenza e assistenza a favore della categoria, è passato da 3.934 a 4.089, con un aumento del +3,9%, superiore all’incremento nazionale che si ferma al 2,07%. 

Una popolazione, quella dei dottori commercialisti siciliani, in cui, però, la presenza femminile rappresenta solo il 29,1% del totale degli iscritti (a fronte di un dato italiano pari al 33,2%) e in cui i giovani under 40 hanno un’incidenza decisamente contenuta che non supera il 19,6%, due punti percentuali in meno del valore italiano (21,9%). 

Proprio agli iscritti siciliani sono dedicati i tre appuntamenti di “La Cassa incontra gli iscritti” organizzati dalla Cassa in collaborazione con gli Ordini e i Delegati territoriali per confrontarsi e dialogare con i professionisti locali sulle prospettive previdenziali e le iniziative di welfare che l’ente di previdenza e assistenza sta portando avanti e che faranno tappa a Catania la mattina del 10 novembre, dalle 9.30 alle 12.30, presso l’hotel Nettuno; con gli iscritti di Enna Caltanissetta e Caltagirone il pomeriggio del 10 novembre, dalle 15.30 alle 18.30, presso la sede della Camera di Commercio e con gli associati di Palermo venerdì 11 novembre, dalle 9.30 alle 12.30, presso la villa Malfitano Whitaker.  

“Gli appuntamenti organizzati in collaborazione con gli Ordini e i Delegati territoriali – commenta Stefano Distilli, presidente di Cassa Dottori Commercialisti – ci danno l’opportunità di dialogare in maniera diretta con il territorio contribuendo a una maggiore consapevolezza previdenziale da parte dei nostri iscritti, per confrontarci e dialogare sulle migliori strategie di valorizzazione dei loro risparmi previdenziali. Allo stesso tempo, sono l’occasione per approfondire le diverse iniziative di welfare che la Cassa porta avanti a supporto dei professionisti locali, a partire dai contributi alla formazione e a supporto dell’avvio del proprio percorso professionale”. 

Scenario e dinamiche della professione di dottore commercialista a Catania 

L’incidenza femminile sale al 31,5% tra i 1.001 professionisti iscritti a Cassa Dottori Commercialisti per la provincia di Catania, una percentuale di quasi un punto e mezzo superiore al dato regionale (29,1%) anche se ancora ampiamente al di sotto di quella nazionale che è del 33,2%. Anche la presenza di giovani professionisti under 40, pari al 20,6% del totale, supera di un punto percentuale il dato regionale (19,6%), avvicinandosi al 21,9% di incidenza che si registra a livello nazionale. Allineata con il livello regionale risulta invece la media dei redditi dichiarati dai dottori commercialisti catanesi nel 2021 pari a poco meno di 37mila euro, in aumento del 3,08% rispetto al 2020, mentre il volume d’affari medio che nel 2021 ha superato i 60mila euro, con un aumento sull’anno precedente del +5,2%, è nettamente superiore a quello regionale, pari a circa 56mila e 700 euro. 

L’erogato complessivo per le iniziative di welfare deliberate dalla Cassa Dottori Commercialisti nel 2021 a favore dei dottori commercialisti catanesi è stato pari a poco meno di 284mila euro

Scenario e dinamiche della professione di dottore commercialista a Enna, Caltanissetta e Caltagirone 

Una composizione diversa della platea caratterizza invece i dottori commercialisti di Enna, dove le donne rappresentano il 36,1% degli 83 professionisti iscritti alla Cassa, e quelli di Caltagirone, in cui l’incidenza femminile arriva al 40% dei 60 iscritti alla Cassa, mentre a Caltanissetta le dottoresse commercialiste non vanno oltre il 28,6% del totale dei 206 professionisti iscritti, dato inferiore di mezzo punto percentuale rispetto a quello regionale. 

A livello reddituale per gli iscritti di tutti e tre gli Ordini il 2021 ha fatto segnare un miglioramento del reddito medio che a Enna è aumentato del +15,6% rispetto al 2020, a fronte di un +9,8% per i dottori commercialisti di Caltanissetta arrivando al +21,1% di quelli di Caltagirone. Parallelamente cresce anche il volume d’affari che aumenta dell’8% per gli iscritti di Enna, del +8,6% per quelli di Caltanissetta e del +22,3% per i professionisti calatini. 

Nonostante questo, rimangono ampiamente al di sotto del reddito medio regionale che, nel 2021, è stato pari a 36mila e 600 euro i redditi dichiarati dai dottori commercialisti di Enna (-19,5%) e Caltagirone (-34,9%), mentre nel caso  di Caltanissetta, il reddito medio dei professionisti risulta superiore a quello che si registra in Sicilia del 4,2%. 

La spesa di welfare di Cassa Dottori Commercialisti a favore degli iscritti agli Ordini di Enna, Caltanissetta e Caltagirone nel 2021 è stata pari a poco meno di 100mila euro

Scenario e dinamiche della professione di dottore commercialista a Palermo  

Se il dato relativo all’incidenza femminile sulla platea complessiva degli 849 professionisti palermitani risulta in linea con quello regionale attestandosi sul 29,2%, la presenza di giovani fino a 40 anni è invece inferiore di oltre 1 punto percentuale rispetto a quanto si registra in Sicilia e non va oltre il 18,3%.  

Decisamente superiori alla media regionale risultano invece il reddito e il volume d’affari medi dichiarati dai dottori commercialisti palermitani nel 2021, rispettivamente pari a poco più di 45mila euro e a 66.136 euro (in Sicilia le stesse medie reddituali non vanno oltre i 36mila e 600 euro e 56.656 euro) che registrano, però, una flessione rispetto al 2020 pari al -3% per il reddito e al – 2,4% nel volume d’affari. 

Degli oltre 200mila euro di contributi erogati da Cassa Dottori Commercialisti per l’assistenza ordinaria a favore dei professionisti iscritti all’Ordine di Palermo nel 2021, circa il 63% è stato destinato al “welfare familiare”, ovvero all’erogazione di indennità di maternità, contributo a sostegno della maternità e sostegno per familiari con disabilità e per gli orfani di dottori commercialisti, mentre oltre 70mila euro sono stati destinati al contributo di supporto alla professione (sulla base del bando pubblicato nel 2020) e alle borse di studio per i professionisti e i loro figli. 

Gli appuntamenti in Sicilia 

Le iniziative di welfare a supporto degli iscritti saranno al centro dei tre convegni “La Cassa incontra gli iscritti” il primo dei quali si terrà con i professionisti dell’Ordine di Catania giovedì 10 novembre dalle 9.30 alle 12.30 presso l’hotel Nettuno in viale Ruggero Di Lauria 121.  

Nel pomeriggio del 10 novembre sarà invece la volta degli Ordini di Enna, Caltagirone e Caltanissetta che incontreranno gli iscritti nella sede della Camera di Commercio di Enna in via Garibaldi, 1, dalle 15.30 alle 18.30. 

Il giorno dopo, venerdì 11 novembre, saranno invece gli iscritti di Palermo a incontrare i rappresentanti di Cassa Dottori Commercialisti presso la villa Malfitano – Whitaker, in via Dante 167 dalle 9.30 alle 12.30, nel convegno organizzato dall’Ordine locale in collaborazione con Aidc e Unione Giovani dottori commercialisti ed esperti contabili di Palermo. 

Ai tre incontri che danno diritto a n. 3 crediti formativi obbligatori parteciperanno Stefano Distilli, presidente di Cassa Dottori Commercialisti, Michele Pirotta, vice presidente CDC insieme al Sindaco di Cassa Dottori Commercialisti, Diego La Vecchia.  

A Catania saranno inoltre presenti Salvatore Virgilito, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania, insieme ai delegati di Cassa Dottori Commercialisti presso l’Ordine di Catania, Dario W. Giuffridda e Gianluca Strano. 

Al convegno “La Cassa incontra gli iscritti” di Enna parteciperanno Marco Montesano, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Enna, Gaetano Lo Monaco, presidente dell’Ordine di Caltagirone e Giuseppe Lacagnina, presidente dell’Ordine di Caltanissetta, insieme a Massimo Scebba, delegato di Cassa Dottori Commercialisti presso gli Ordini di Enna, Caltagirone e Caltanissetta. 

Al convegno di Palermo parteciperanno Nicolò La Barbera, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Palermo, Fabrizio Escheri, consigliere CNDCEC, Salvatore Musso, presidente Unione Giovani dottori commercialisti ed esperti contabili Palermo, Antonio Coglitore, presidente Associazione Italiana Dottori Commercialisti Sezione Palermo, insieme ai delegati di Cassa Dottori Commercialisti presso l’Ordine di Palermo, Antonella Catalano e Giovanni Lanza


Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link