Categorie
Italia

Botti di capodanno illegali. Carabinieri sequestrano 2000 Kg di botti a Napoli

carabinieri
carabinieri

Il mercato illecito di botti in questo periodo di feste natalizie in attesa del capodanno rappresenta un giro d’affari sempre più milionario. Banchetti con rivendite abusive di botti illegali spuntano in ogni dove nel sud Italia.
A Napoli sono stati sequestrati oggi ben 2000 kg di “botti”. I Carabinieri di Melito (Napoli) hanno rinvenuto più di mezza tonnellata di bombe carta artigianali, le cosiddette “cipolle”, stipate in un deposito nel centro del comune partenopeo.
In particolare i carabinieri hanno contato 45.000 pezzi di botti artigianali, stoccati in un deposito box in una palazzina accanto a bombole di gas per uso domestico. Sul posto gli artificieri antisabotaggio dell’Arma che spiegano: “sarebbe bastato un qualsiasi evento esterno che avesse strofinato o riscaldato l’ambiente per avere uno scoppio che avrebbe investito le abitazioni circostanti per un raggio di 200-300 metri.
Sono in corso indagini per individuare il responsabile dello stoccaggio del pericoloso materiale.
Nel vicino comune di Sant’Anastasia (Napoli) trovati inoltre 1.500 kg di fuochi illegalmente detenuti. Una persona è stata denunciata a piede libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.