Categorie
Salute

Alzheimer, con stile di vita corretto un caso su tre è prevenibile

alzheimer
alzheimer

I cambiamenti nello stile di vita potrebbero comportare una riduzione significativa del numero di casi di Alzheimer. Secondo i risultati di una recente ricerca dell’Istituto Cambridge University of Public Health, pubblicata sulla rivista The Lancet Neurology, un terzo di tutti i casi di Alzheimer in tutto il mondo, sono prevenibili. Dalla ricerca è emerso dunque che un caso su tre di Alzheimer potrebbe essere evitato se ci fosse un cambiamento nello stile di vita delle persone.

I ricercatori, utilizzando i dati sulla popolazione, hanno elaborato i sette principali fattori di rischio che determinano il morbo di Alzheimer in età avanzata. La mancanza di esercizio fisico, il fumo e un’alimentazione errata hanno rappresentato fattori significativi per rendere le persone più suscettibili alla malattia, così come altri fattori quali il basso livello di istruzione, depressione e altre condizioni causate dallo stile di vita sono stati viste come fattori scatenanti della malattia.

Tra tutti, una mancanza di esercizio fisico è risultato essere la causa più importante. I ricercatori ritengono che una regolare attività fisica garantisce che ci sia un flusso costante di sangue ricco di ossigeno al cervello. Questo dovrebbe prevenire la formazione di placche, depositi di proteine, nel cervello che causano l’Alzheimer. I ricercatori, guidati dal professor Carol Brayne, ritengono che modificando i fattori di rischio si riducono le possibilità di insorgenza dell’Alzheimer. Ciò non significa che oggi si è in grado di prevenire la demenza o l’alzheimer, ma c’è una parte evitabile, anche solo con l’abitudine di una passeggiata a piedi un paio di volte a settimana.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.