Categorie
Italia

Aggiornamento Coronavirus in Italia 1 marzo ore 18: 1577 persone contagiate. Unimpresa: misure del Governo inconsistenti

Coronavirus Italia News Update 1 marzo 2020 – Aggiornamento delle ore 18

Aumentano esponenzialmente i casi di contagio da coronavirus in Italia.

L’ultimo bollettino ufficiale del Dipartimento della Protezione Civile parla di 1577 persone contagiate, oltre 500 persone in più rispetto a ieri.

Anche i decessi sono aumentati di 5 unità passando dai 29 registrati alla data di ieri ai 35 di oggi.

La Lombardia resta la Regione italiana che risulta più colpita dal coronavirus mentre la Regione Emilia Romagna è la seconda seguita dal Veneto.

Situazione Regione per Regione
Lombardia 984 persone contagiate (+369), Emilia-Romagna 285 (+68), Veneto 263 (+72), Piemonte 49 (+38), Liguria 25 (-17) , Marche 25 (+14), Campania 17 (+4), Toscana 13 (+2), Sicilia 9 (+5), Lazio 6, Abruzzo 5 (+3), Puglia 3, Calabria 1, Provincia Autonoma di Bolzano 1.

Il comunicato ufficiale della Protezione Civile

“Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 1577 persone risultano positive al virus.
Ad oggi, in Italia, 1694 persone hanno contratto il virus. Nel dettaglio: i casi accertati di Coronavirus in Lombardia sono 984, 285 in Emilia-Romagna, 263 in Veneto, 25 in Liguria, 17 in Campania, 49 in Piemonte, 13 in Toscana, 25 nelle Marche, 6 nel Lazio, 9 in Sicilia, 3 in Puglia, 5 in Abruzzo, 1 in Calabria e 1 nella Provincia autonoma di Bolzano. I pazienti ricoverati con sintomi sono 639, 140 sono in terapia intensiva, mentre 798 si trovano in isolamento domiciliare. 83 persone sono guarite. I deceduti sono 34, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.”

E’ quanto si legge nel comunicato stampa ufficiale diffuso dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile che fa capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Unimpresa: Coronavirus, misure governo inconsistenti

«Le misure del governo varate per contrastare gli effetti del Coronavirus sull’economia italiana e in particolare nelle cosiddette zone rosse sono inconsistenti». Lo dichiara il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara. «Quei 3,6 miliardi di euro stanziati per far fronte alle ricadute cagionate dal virus non bastano né a superare questa fase emergenziale né a mettere le imprese in condizione di fare uno scatto necessario a uscire dalla grave situazione in cui ci troviamo» aggiunge Ferrara.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.