Home Rubriche Stampa opuscoli online: 5 regole d’oro per prodotti di successo

Stampa opuscoli online: 5 regole d’oro per prodotti di successo

2773
0
SHARE
opuscolo
opuscolo

Al giorno d’oggi stampare il proprio materiale promozionale online è davvero semplicissimo ma soprattutto economico: è per questo motivo che sempre più aziende e professionisti scelgono le copisterie online per la stampa opuscoli, flyer, brochure, riviste, biglietti da visita e via dicendo. Il risparmio che può garantire un servizio online è impossibile da trovare presso una copisteria locale ed il motivo è semplicissimo. Un negozio fisico ha molte più spese di gestione rispetto ad una stamperia online, che può quindi permettersi di abbassare notevolmente i prezzi.

Sono ormai tantissimi coloro che stampano materiale pubblicitario online in modo professionale e bisogna ammettere che questi servizi sembrano funzionare proprio bene! Tra tutti, il servizio di stampa opuscoli è forse quello più gettonato: questi strumenti pubblicitari infatti costano molto presso le copisterie locali, mentre online hanno prezzi più che abbordabili.

Stampa opuscoli online: le cose da ricordare

Quando si sceglie di utilizzare un servizio online per la stampa opuscoli, è importante tenere a mente alcune regole di base. Questi strumenti infatti sono diversi dai classici volantini perché hanno più facciate ed un sistema di pieghe che a volte può essere complesso da capire. Vediamo quindi quali sono le cose più importanti da tenere sempre a mente prima di inviare l’ordine.

1. Progettare una copertina accattivante

La copertina, negli opuscoli, è fondamentale perché è la facciata più in vista, quella che deve attirare maggiormente l’attenzione. Un opuscolo con una facciata poco accattivante rischia di non venire nemmeno aperto da un potenziale cliente, quindi prendetevi il tempo di progettare al meglio la vostra copertina.

2. Rileggere tutto il testo al contrario per scovare i refusi

Sempre per quanto riguarda la realizzazione grafica, prima di caricare il file e inviarlo in stampa è fondamentale rileggere tutto il testo parola per parola al contrario. In sostanza è sempre meglio evitare di rileggerlo nella giusta sequenza ma dovete scomporre le frasi, iniziando dall’ultima parola e proseguendo al contrario. Questo vi permetterà di scovare più facilmente i refusi, che spesso e volentieri rischiano di passare inosservati con una lettura tradizionale.

3. Fare una bozza delle pieghe e numerare le facciate

Spesso quando si ha a che fare con la stampa opuscoli si fa confusione con l’ordine delle facciate, che possono essere anche 6 o 8 quindi devono essere ordinate con un certo criterio. La cosa migliore è preparare una bozza con un figlio bianco, effettuare tutte le pieghe sul foglio e numerare ogni facciata. In questo modo avrete un’anteprima del vostro opuscolo e sarà molto più semplice disporre immagini e testo con un certo criterio.

4. Scegliere la giusta grammatura per copertina e fogli

La grammatura della carta deve essere impostata con una certa attenzione: la stampa brochure infatti prevede una copertina che deve essere più rigida e resistente delle pagine interne. Se quindi per la copertina conviene scegliere grammature di almeno 135 g/m2 (ma l’ideale sarebbe 170), per le facciate interne si può optare una carta più leggera a anche 90 g/m2 vanno benissimo se c’è solo testo all’interno. Se invece ci sono immagini o fotografie colorate è sempre meglio optare per una grammatura leggermente superiore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here